Ultimi inserimenti
Home / Secondi piatti / Arrosto panato alla palermitana

Arrosto panato alla palermitana

L’arrosto panato alla palermitana è una semplice e squisita preparazione della cucina del capoluogo.

Arrosto panato alla palermitana

Dosi per 4 persone
Tempo di preparazione: 10 minuti
Tempo di cottura: 5 minuti
Tempo complessivo: 15 minuti
 

Arrosto panato alla palermitana: presentazione

Anche nel caso dell’arrosto panato alla palermitana siamo di fronte a uno dei piatti più rappresentativi della tradizione gastronomica del capoluogo che tanto contribuisce a caratterizzare la tradizione culinaria dell’Isola del Sole. La cucina di Palermo, come è facilmente riscontrabile in tantissime altre preparazioni, è stata una cucina costretta a fare di necessità virtù: la stragrande maggioranza della popolazione non poteva certo permettersi, in tempi passati, le pietanze preparate dai monsù ai nobili e ai benestanti del tempo.
Dunque doveva inventare, spesso arrampicandosi sugli specchi per sostituire l’ingrediente principale con una sorta di uno o più ingredienti poveri “succedanei” in grado di avvicinarsi, quanto più possibile, all’originale (vedi ad esempio il “ficatu ri sette cannola” oppure il “coniglio dell’argentiere”). E questa virtù tutta siciliana di trasformare un piatto povero, in uno gustoso e prelibato si manifesta appieno nell’arrosto panato alla palermitana: anche i tagli meno buoni di carne, infatti, attraverso il procedimento della panatura rendono questa pietanza molto apprezzata da tutti i palati. Il segreto di cotanto sapore? Non facciamolo sapere al nostro sistema cardiovascolare, ma lo strutto sembra essere il colpevole principale…

Ingredienti:

4 fettine vitello
6 cucchiai di olio extravergine di oliva
50 g strutto
pangrattato
sale marino di Trapani
origano
pepe nero macinato al momento

Arrosto panato alla palermitana: preparazione

Per preparare un gustoso piatto di arrosto panato alla palermitana, occorre innanzitutto battere le fettine di carne e cospargerle su entrambi i lati di strutto (o, se si preferisce mantenersi più leggeri, di olio extravergine di oliva).
Passare poi la carne in un composto di pangrattato, origano, sale e pepe nero macinato al momento. Cuocere le fette di carne sulla griglia rovente o in padella senza olio.
Servire l’arrosto panato alla palermitana ben caldo in tavola accompagnandolo con insalata verde o con una bella porzione di purè di patate.

Arrosto panato alla palermitana: abbinamento

AbbinamentoSuggeriamo di abbinare l’arrosto panato alla palermitana a un buon bicchiere di Delia Nivolelli Nero d’Avola Riserva, un vino fermo dal colore rubino intenso all’aranciato con l’invecchiamento; dal profumo intenso tipico e dal sapore asciutto e pieno. Temperatura di servizio fra i 16 e i 18 gradi.

Forse potrebbe interessarti...

Cosciotto di agnello al forno

Cosciotto di agnello al forno

Il cosciotto di maiale al forno è un secondo piatto semplice e tradizionale, da servire ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *