Ultimi inserimenti
Home / Marmellate e conserve / Pomodori secchi

Pomodori secchi

I pomodori secchi sono fra le conserve più tipiche della tradizione culinaria siciliana.

Insalata di olive verdi schiacciate

Dosi per: più persone
Tempo di preparazione: 36 ore
 

Pomodori secchi: presentazione

La Sicilia è famosa per la sua produzione di ortaggi di qualità, e fra questi spiccano, naturalmente, i pomodori.
Nel pieno del solleone mediterraneo, tra la seconda metà di luglio e la prima decade di agosto, le massaie siciliane iniziano l’essiccazione del pomodoro, già raccolto nelle prime ore della giornata.
In questo periodo, bastano soltanto 4 – 5 giorni di esposizione al sole per ottenere una perfetta essiccazione dei pomodori.
Il risultato è un prodotto squisito che viene conservato nei barattoli di vetro e utilizzato come antipasto oppure per condire altre preparazioni.

Ingredienti:

pomodori maturi
sale marino di Trapani
olio extravergine di oliva
alloro

Pomodori secchi: preparazione

Per preparare i pomodori secchi occorre innanzitutto lavare accuratamente gli ortaggi e asciugarli per bene. Dividerli poi a metà e porli su una stuoia con il taglio rivolto all’insù. Cospargerli di sale e metterli al sole a seccare per alcuni giorni.
I pomodori secchi saranno pronti quando avranno assunto un bel colore scuro. Ricordarsi di metterli al riparo durante la notte.
Quando i pomodori secchi saranno pronti, si potranno conservare nei barattoli di vetro, che in dialetto siciliano vengono denominati burnìe.
I pomodori verranno dunque stipati nel barattolo che sarà a sua volta riempito di olio extravergine di oliva.
Sui pomodori si dovranno disporre 2 – 3 foglio di alloro che conferiranno alla conserva un aroma molto delicato. Teniamo a mente che è opportuno aspettare un giorno prima di chiudere i barattoli, per dar modo ai pomodori secchi di assestarsi bene.
Per facilitare questa operazione, si può battere leggermente il barattolo sul tavolo.
Dopo un paio di giorni, controllare il livello dell’olio e aggiungerne altro, se necessario.
Talvolta, per insaporire ulteriormente la conserva, viene aggiunto anche un pizzico di origano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *