Ultimi inserimenti
Home / Pane, pizze e focacce / Vastedda condita con la ricotta

Vastedda condita con la ricotta

La vastedda condita con la ricotta è una caratteristica specialità siciliana.

Vastedda con la ricotta

Dosi per: 4 persone
Tempo di preparazione: 5 minuti
 

Vastedda conditta con la ricotta: presentazione

La vastedda condita con la ricotta è una sfiziosità tutta siciliana, da provare assolutamente. Con il termine vastedda (o guastedda) si intende in Sicilia una grossa pagnotta con la superficie superiore bene incrostata e cosparsa di semi di sesamo (denominati in dialetto siciliano “giuggiulena“). I semi di sesamo, peraltro, possono essere considerati come una delle fonti vegetali di calcio più importanti; pensate che 100 grammi di semi di sesamo contengono dagli 800 ai 1000 milligrammi di calcio.
In Sicilia, soprattutto nella parte occidentale dell’isola, la produzione di pane artigianale è un’attività molto radicata nella cultura locale. Le varietà e le forme di pane sono disparate e per farsi un’idea è sufficiente entrare in uno dei tanti panifici di Palermo, dove l’esposizione del pane è una vera e propria forma di arte che si esalta grazie alla molteplicità di tipi e di forme realizzate dai sapienti panettieri siciliani. Spesso il pane è consumato “cunzato”, ovvero condito con qualche ingrediente che ne esalta, vicendevolmente, la bontà come il caso specifico degli ingredienti di questa ricetta, ovvero ricotta e caciocavallo.

Ingredienti:

1 vastedda
ricotta di pecora freschissima
caciocavallo

Vastedda condita con la ricotta: preparazione

Per preparare la vastedda condita con la ricotta procedere tagliando la forma di pane a metà nel senso della larghezza e riempirla con una fetta di ricotta e con fini asticciole di formaggio siciliano caciocavallo. A piacimento, si può spolverare la fetta di pane con un pizzico di origano di montagna siciliano.

Vastedda condita con la ricotta: abbinamento

AbbinamentoSuggeriamo di abbinare la vastedda condita con la ricotta a un buon bicchiere di Contea di Sclafani Cabernet Sauvignon, un vino fermo dal colore rubino, profumo tipico e gusto ricco, corposo e asciutto. Temperatura di servizio fra i 16 e i 18 gradi. Servire in calici ballon.

Forse potrebbe interessarti...

Fuazzedde con le sarde

Fuazzedde con le sarde

Ecco la ricetta delle fuazzedde con le sarde, ideali per uno spuntino veloce e saporito. ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *