Ultimi inserimenti
Home / Secondi piatti / Zucca in agrodolce (ficatu ri sette cannola)

Zucca in agrodolce (ficatu ri sette cannola)

La zucca in agrodolce è una preparazione tipica della cucina palermitana, dove viene denominata “ficatu ri sette cannola” dal luogo dove veniva tradizionalmente “abbanniata” (proposta a gran voce ai passanti).

Zucca in agrodolce (ficatu ri sette cannola)

Dosi per: 4 persone
Tempo di preparazione: 20 minuti
Tempo di cottura: 15 minuti
Tempo complessivo: 35 minuti
 

Zucca in agrodolce (ficatu ri sette cannola): presentazione

In Piazza Garraffello alla Vucciria, i venditori ambulanti invitavano a gran voce i passanti a comprare il “fegato dei sette rubinetti” che in dialetto siciliano suona come “ficatu ri sette cannola” (tanti sono i rubinetti della fontana esistente in quella piazza).
Cosa c’entra il fegato con questa ricetta? Beh, la zucca era il fegato dei poveri, di coloro che non potevano permettersi di acquistarlo e dunque dovevano accontentarsi di questa sua imitazione…
La cucina di Palermo, infatti, come è facilmente riscontrabile in tantissime altre preparazioni, è stata per lunghi periodi di tempo una cucina costretta a fare di necessità virtù: la stragrande maggioranza della popolazione non poteva certo permettersi, in tempi passati, le pietanze preparate dai monsù ai nobili e ai benestanti del tempo. Dunque doveva inventare, spesso arrampicandosi sugli specchi per sostituire l’ingrediente principale con una sorta di uno o più ingredienti poveri “succedanei” in grado di avvicinarsi, quanto più possibile, all’originale.
Così nasce questa ricetta antica che vi invitiamo a seguire con le nostre istruzioni.

Ingredienti:

1 zucca di piccola dimensione
olio extravergine di oliva
sale marino di Trapani
aglio
menta
aceto di vino bianco
zucchero

Zucca in agrodolce (ficatu ri sette cannola): preparazione

Per preparare un delizioso piatto di ficatu ri sette cannola (a noi piace chiamare la zucca in agrodolce col suo nome dialettale), tagliare a fette la zucca, cospargerla di sale e farle “mandare l’acqua”.
Lavarla, quindi friggerla in abbondante olio extravergine di oliva, asciugare l’olio in eccesso con la carta assorbente e metterla da parte.
Soffriggere uno spicchio d’aglio, unire la zucca, una abbondante manciata di menta e sfumare con aceto di vino bianco e zucchero.
Servire la zucca in agrodolce fredda per la consumazione.

Zucca in agrodolce (ficatu ri sette cannola): abbinamento

AbbinamentoSuggeriamo di abbinare la zucca in agrodolce (ficatu ri sette cannola) a un buon bicchiere di Menfi Sangiovese, un vino fermo dal colore rubino con sfumature violacee; dal profumo vinoso con sentore di frutti di bosco e dal gusto armonico e leggermente tannico. Temperatura di servizio fra i 12 e i 14 gradi.

Forse potrebbe interessarti...

Cosciotto di agnello al forno

Cosciotto di agnello al forno

Il cosciotto di maiale al forno è un secondo piatto semplice e tradizionale, da servire ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *