Ultimi inserimenti
Home / Dolci e dessert / Agnellino pasquale di pasta reale

Agnellino pasquale di pasta reale

L’agnellino pasquale di pasta reale è il dolce peculiare da donare ai bimbi per il periodo pasquale in Sicilia.

Focaccia arrotolata con salsiccia e ricotta

Dosi per: 4 persone
Tempo di preparazione: 1 ora
 

Agnellino pasquale di pasta reale: presentazione

Tra le specialità più caratteristiche della pasticceria siciliana, l’agnellino pasquale di pasta reale è preparato nelle tante varianti del panorama e della tradizione di ciascuna area dell’isola. A Erice è foggiato a mano, ha conformazione bidimensionale ed è ricolmo di una cedrata che viene serbata per parecchio tempo in giare a questa funzione dedicate.
A Palermo e in tutto il resto della Sicilia trionfano le forme tridimensionali, foggiate plasmando la pasta reale con i tipici stampi in gesso.
A Mirto, piccolo paesino in provincia di Messina, l’agnello è candido e scuro come la pignolata, dolce caratteristico della zona.
Resta, a prescindere della variante, un dato in concreto: non c’è casa in Sicilia ove per Pasqua non sia presente un agnellino pasquale di pasta reale!

Ingredienti:

500 g mandorle dolci;
500 g zucchero a velo
mezzo cucchiaino di essenza di mandorle amare
1 bustina di vanillina
6 gocce di essenza di cannella
amido per dolci
colorante per alimenti

Agnellino pasquale di pasta reale: preparazione

Per preparare l’agnellino pasquale di pasta reale occorre triturare finemente le mandorle in un robot da cucina. Mischiare 1 dl d’acqua con lo zucchero e rovesciare l’amalgama in una casseruola; poi, riscaldare su fiamma dolce, rimestando fino a quando lo zucchero comincerà a filare.
A questo punto, spegnere il fuoco e unire la vanillina, le due essenze e, in conclusione, la polvere di mandorle mescolando vigorosamente.
Nel momento in cui si sarà ricavata una pasta omogenea, versarla su un piano di marmo inumidito e proseguire a lavorarla con le mani fino al momento in cui sarà liscia e soda; comporre delle palline e farle seccare per 1 giorno intero.
Trascorso questo tempo, impastare nuovamente le palline di pasta di mandorle in un robot; successivamente, manipolare nuovamente l’impasto con le mani.
Velare gli stampi a conformazione di agnellini con l’amido ed empirli con la pasta preparata.
Uniformare la superficie; eliminare le formine e far disseccare per un paio di giorni.
Dipingere i particolari degli agnellini con i coloranti diluiti in poca acqua e asciugarli. Adagiare ciascun agnellino pasquale di pasta reale, in ultimo, su vassoietti, adornare con le bandierine pasquali e guarnire con i cioccolattini e caramelle.

Agnellino pasquale di pasta reale: conservazione

L’agnellino pasquale di pasta reale è un dolce che secca facilmente; è consigliabile dunque, se non s’intende consumarlo immediatamente, avvolgerlo in un foglio di pellicola per alimenti e riposto in un luogo fresco (ma non in frigo!).

Forse potrebbe interessarti...

Biscotti bersaglieri

Biscotti bersaglieri

I biscotti bersaglieri sono una preparazione dolciaria classica dell’autunno in Sicilia, preparati per la precisione ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *