Ultimi inserimenti
Home / Pasta / Tagliatelle con ricotta, prosciutto e arance

Tagliatelle con ricotta, prosciutto e arance

Le tagliatelle con ricotta, prosciutto e arance sono un primo piatto davvero intrigante e particolare, un modo gustoso per stupire i vostri commensali.

Tagliatelle con ricotta, prosciutto e arance

Dosi per 4 persone
Tempo di preparazione: 15 minuti
Tempo di cottura: 15 minuti
Tempo complessivo: 30 minuti
 

Tagliatelle con ricotta, prosciutto e arance: presentazione

Le tagliatelle con ricotta, prosciutto e arance sono un primo piatto saporito da provare allegramente con gli amici.
Si tratta di una ricetta molto delicata, caratterizzata dal mix di sapori agro dell’arancia e quello tipico della ricotta di pecora che conferisce a questa pietanza una connotazione molto particolare che siamo sicuri sarà gradita dai vostri commensali.
Seguite passo passo le istruzioni e realizzate con noi le tagliatelle con ricotta, prosciutto e arance, un piatto che stupirà anche i palati più raffinati.

Ingredienti:

400 g tagliatelle
100 g prosciutto crudo
3 cucchiai colmi di ricotta di pecora
1 dl brandy
50 g burro
2 arance
sale marino di Trapani
pepe nero macinato al momento

Tagliatelle con ricotta, prosciutto e arance: preparazione

Per preparare le tagliatelle con ricotta, prosciutto e arance occorre innanzitutto tagliare a listarelle il prosciutto crudo e soffriggerlo in un padellino con un filo di olio extravergine di oliva. Quando sarà cotto trasferirlo in una insalatiera di ceramica destinata ad accogliere la pasta quando sarà scolata.
In una padella a parte sciogliere il burro e aggiungervi la scorza di un’arancia e il suo succo filtrato con un colino. Cucinare per cinque minuti a fiamma molto bassa, quindi aumentare la fiamma e irrorare con mezzo bicchiere di brandy mantenendo la fiamma alta per farlo evaporare. Quando il brandy sarà evaporato del tutto, regolare di sale e aggiungere una spolverata di pepe nero rigorosamente macinato al momento.
Il passo successivo consiste nel lessare le tagliatelle in abbondante acqua leggermente salata. Quando la cottura sarà quasi ultimata, versare nell’insalatiera di ceramica mezzo mestolo di acqua di cottura della pasta e sciogliervi tre cucchiai di ricotta di pecora, rimestando e amalgamando per bene il prosciutto crudo precedentemente soffritto.
Scolare la pasta al dente e versarla nell’insalatiera con gli altri ingredienti, amalgamando bene il tutto.
Servire le tagliatelle con ricotta, prosciutto e arance in tavola guarnendo le porzioni con la scorza dell’arancia avanzata grattugiata.

Tagliatelle con ricotta, prosciutto e arance: abbinamento

AbbinamentoSuggeriamo di abbinare le tagliatelle con ricotta, prosciutto e arance a un buon bicchiere di Contessa Entellina Syrah, un vino di media struttura da servire a 14°-16°.

Forse potrebbe interessarti...

Pasta con le zucchine e pecorino

Pasta con le zucchine e pecorino

La pasta con le zucchine e pecorino è una preparazione squisita nonché facile e veloce ...

2 commenti

  1. Ricetta deliziosa ma un po in disaccordo con l’abbinamento del vino.
    Il piatto presenta molti ingredienti di tendenza dolce, grassezza, aromaticità, acidità e speziatura. Un vino Novello, seppur ammorbidito dalla macerazione carbonica, risulta assai debole strutturalmente per equilibrare la complessità organolettica del piatto. Inoltre il vino Novello richiede una temperatura di servizio tra 12/14° e non 16/18° come indicato, che è più appropriata per vini particolarmente longevi, strutturati ed eleganti.
    Personalmente avrei abbinato un Contessa Entellina Syrah, vino di media struttura da servire a 14/16°, che ben può attenuare le spigolature acide e grasse, e reggere adeguatamente l’intensità gusto olfattiva delle sfumature speziate. Complimenti per il sito.

    • Gent.mo Salvo, grazie per la tua precisazione (che abbiamo provveduto a fare nostra modificando la ricetta) e per i complimenti per il nostro lavoro; continua a venirci a trovare, saremo ben lieti di recepire i tuoi suggerimenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *