Ultimi inserimenti
Home / Carni / La carne di coniglio

La carne di coniglio

La carne di coniglio: panoramica

La carne di coniglioL’allevamento del coniglio è diffuso nella penisola italiana da tempo immemore e anche in Sicilia il consumo di questa carne ha origini antiche.
La carne di coniglio è classificata fra le carni bianche: di colore chiaro, gustosa, priva di grasso e di tessuto connettivo, è una delle carni più morbide e facilmente digeribili.

Tipi di carne di coniglio

Vi sono oltre 50 razze di coniglio da allevamento in tutto il mondo, frutto di incroci realizzati con lo scopo di ottenere bestie più produttive e robuste.
In macelleria, è possibile reperire il coniglio intero o in tre tagli peculiari, ovvero spalle, cosce e carrè.
Il coniglio selvatico invece non viene quasi mai tagliato in parti.

Utilizzazione in cucina

La carne di coniglio, trattandosi di carne piuttosto magra e leggera, andrebbe cucinata senza incorporare  grassi al fine di preservarne le caratteristiche di digeribilità, insaporendola con erbe e spezie per esaltarne il gusto.
La carne di coniglio è sovente utilizzata per lo svezzamento ovvero per l’alimentazione di anziani e convalescenti: in effetti essa è piena di vitamine e sali minerali, con un livello di sodio e colesterolo prossimo allo zero.
Ciascuna cucina regionale possiede le sue ricette e la Sicilia non è da meno: il coniglio è sovente cotto con intingoli che ne esaltino il gusto: in tegame, in agrodolce, alla cacciatora, alle erbe, ecc.

Consigli per l’acquisto

ConiglioA seconda della ricetta che si intende realizzare si può scegliere un coniglio di età differente. Per gli arrosti vanno preferiti i conigli giovani, dal peso che non supera il chilo e mezzo, mentre i conigli più grandi, pure se possiedono una carne meno tenera, sono più saporiti, per cui si adattano a ricette in umido.
Come per qualsiasi altro tipo di carne, è d’obbligo verificare che sull’etichetta vi sia l’indicazione della provenienza. La freschezza della carne di coniglio si determina dal colore roseo, dal fegato di colore rosso vivo e dalle cosce carnose.

Modalità per una corretta conservazione

La carne di coniglio si conserva, così come tutte le altre carni bianche, nei ripiani più freddi del frigo, ricoperta da pellicola per alimenti. Inoltre, può essere congelata per essere consumata al massimo entro un paio di mesi, onde evitare che una eventuale eccessiva congelazione provochi una perdita eccessiva delle sue sostanze nutritive.

Curiosità

Sebbene il coniglio sia un cibo ottimo, pieno di sali minerali e vitamine e con una quantità irrisoria di grassi, colesterolo e sodio, per alcuni mangiare la sua carne è quasi un tabù in quanto viene talvolta associato a un animale da compagnia, alla stessa stregua di un cane o di un gatto domestico.

Forse potrebbe interessarti...

Carne di cappone

La carne di cappone

La carne di cappone: panoramica La carne di cappone non trova un impiego molto diffuso ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *