Cuḍḍureḍḍi chî ficu di Alcamo

Home » Cuḍḍureḍḍi chî ficu di Alcamo

cuḍḍureḍḍi chî ficu di Alcamo sono dei dolcetti siciliani delle feste a base di mandorla e fichi secchi.

Dosi e tempi di preparazione

  • Dosi per: 8 persone
  • Tempo di preparazione: 1 ora più il tempo di riposo della pasta frolla e del ripieno
  • Tempo di cottura: 20 minuti
  • Complessivamente: 1h 20m

Presentazione

cuḍḍureḍḍi chî ficu di Alcamo sono un dolce molto goloso, un modo originale per presentare un grande classico della pasticceria siciliana.

In tutti i paesi della Sicilia in occasione delle festività natalizie si preparano tanti dolci diversi, che caratterizzano di conseguenza la tradizione di ogni specifica zona.

Fra tutti questi dolci vi è una particolare famiglia, quelli dei c.d. buccellati o cucciḍḍati, cui appartengono i cuḍḍureḍḍi chî ficu di Alcamo

Si tratta di dolcetti gustosissimi ripieni di ogni ben di Dio, dal miele alle mandorle tritate, dai fichi secchi alle noci, all’uva passa e al cioccolato.

La preparazione di questi squisiti dolci natalizi richiede due giorni perché il ripieno e l’impasto della frolla devono riposare un congruo numero di ore.

In ogni caso, preparare i cuddureḍḍi è tradizionalmente un’occasione di grande aggregazione per le famiglie, quasi una festa nella festa, soprattutto per i più piccoli.

Lasciatevi dunque guidare passaggio dopo passaggio dalle istruzioni forniteci da Nina Varvaro che ci segue da Alcamo e preparate con noi i cuḍḍureḍḍi chî ficu.

Se preferite i dolci siciliani, fatevi invogliare dalle nostre idee. Potrete navigare da una ricetta come il gelo di cannella, a una ricetta come le arancine al cioccolato passando per i biscotti di San Martino con ricotta.

Altre ricette gustose

Ingredienti per preparare i cuḍḍureḍḍi chî ficu di Alcamo

Per la frolla:
Per il ripieno:
  • 150 g di fichi secchi
  • 80 g mandorle
  • 80 g noci
  • 100 g cioccolato
  • 30 g uva passa
  • 1 cucchiaino di cacao amaro
  • 60 g di marmellata di arance
  • 60 g di miele
  • 1 cucchiaino di cannella
Per la decorazione:

Preparazione dei cuḍḍureḍḍi chî ficu di Alcamo

Per preparare i cuḍḍureḍḍi chî ficu di Alcamo, occorre innanzitutto preparare il ripieno.

Porre i fichi in ammollo in acqua calda per una ventina minuti. Sgocciolarli e tagliuzzarli col coltello fino a ottenere un composto somigliante a una marmellata a grana grossa.

Adagiarli in una zuppiera e aggiungervi le mandorle, le noci tostate e poi ridotte a pezzettini, la marmellata di arance, il miele, la cannella, il cioccolato, il cacao amaro, l’uva passa ammollata e strizzata e un pizzico di sale. Mescolare bene il tutto, quindi lasciare riposare in frigo.

Adesso è il turno della frolla. Passare al setaccio la farina e il lievito in una zuppiera. Aggiungere lo strutto, una presa di sale e un tuorlo d’uovo.

Impastare fino a ricavare un panetto uniforme, che dovrà essere suddiviso in due parti. Pressare quindi leggermente ciascun panetto, foderare con la pellicola trasparente e far riposare in frigo.

Il giorno successivo allargare la frolla dandole uno spessore non troppo sottile. Con una formina rotonda del diametro approssimativo di 10 cm dare forma a dei cerchi. Disporre un paio di cucchiaini della farcitura sulla prima metà di ogni cerchio, lasciando un po’ di spazio fra il ripieno e il bordo.

Chiudere a libro e far combaciare bene le estremità premendo con le dita. Incidere con un coltello o con una lametta da barba dei tagli sul lato destro.

Cottura e decorazione dei cuḍḍureḍḍi chî ficu di Alcamo

Collocare i cuḍḍureḍḍi su una leccarda foderata con carta da forno e cacciare in forno a 180° C per una ventina di minuti abbondanti.

A cottura avvenuta, estrarre i cuḍḍureḍḍi dal forno e farli raffreddare completamente.

Preparare quindi la glassa sbattendo in una terrina il bianco d’uovo con il succo di limone e una presa di sale.

Mescolare il composto fino a farlo diventare bianco (senza montarlo a neve).

Aggiungere quindi lo zucchero a velo e incorporarlo con un cucchiaio.

Decorare infine i cuḍḍureḍḍi chî ficu di Alcamo spalmandovi la glassa, cospargendoli poi con i diavoletti di zucchero colorati e lasciando raffreddare in modo che la glassa indurisca.

Servire infine i cuḍḍureḍḍi per la consumazione.

Abbinamento

Abbinamento

Suggeriamo, come abbinamento, di accompagnare i cuḍḍureḍḍi chî ficu di Alcamo a un buon bicchiere di Marsala fine Oro Secco.

Si tratta, in particolare, di un un vino fermo dal colore dorato più o meno intenso, dal profumo tipico e dal sapore semiasciutto.

Temperatura di servizio generalmente fra gli 8 e i 10 gradi.

Note per la conservazione

Per quel che concerne la conservazione, è possibile conservare i cuḍḍureḍḍi chî ficu di Alcamo nel classico contenitore di latta per biscotti fino a un mese.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.