Olive

Home » Olive

Panoramica

Le olive sono un frutto dalle molteplici proprietà che gioca un ruolo fondamentale nella dieta mediterranea.

Le olive sono i frutti delle piante del genere Olea europaea, che crescono prevalentemente nei paesi che si affacciano sul Mediterraneo.

La pianta dell’olivo ha un tronco maestoso, ramificato e nodoso, con una chioma molto diffusa e spessissima.

Le foglie dell’olivo sono di un verde intenso e hanno una forma allungata e sottile.

I frutti crescono in grappoli sui rami dell’olivo, di colore verde quando sono immaturi e neri quando sono maturi.

In forma ovale o allungata, possono avere una varietà di dimensioni, dal grande Kalamata al piccolo Peccanino.

Le olive sono molto nutrienti, contengono vitamine B, vitamina E, minerali, acidi grassi e antiossidanti.

Grazie alle loro proprietà, contribuiscono alla prevenzione delle malattie cardiache, all’aumento dell’immunità e alla stimolazione del metabolismo.

Inoltre, sono un alimento a basso contenuto di carboidrati, che lo rende un’ottima scelta per le diete dimagranti.

Ma le olive non sono solo un alimento salutare, hanno anche un sapore caratteristico che va dal dolce all’amaro, con un retrogusto leggermente piccante.

Sono utilizzate in molte ricette mediterranee, come le insalate, le pizze, le focacce e gli antipasti.

Inoltre, vengono spesso consumate come snack salutare e saporito.

Stagionalità

La stagionalità delle olive ha una vasta gamma di variazioni che dipendono da numerosi fattori, tra cui la varietà, il clima, la latitudine, l’altitudine e la regione di coltivazione.

In generale, comunque, la raccolta delle olive avviene tra la fine dell’autunno e l’inizio dell’inverno, con alcune modifiche a seconda dei Paesi.

Le olive sono in genere un frutto annuale, e la loro stagione di raccolta può essere influenzata da fattori climatici come la temperatura, la pioggia, la siccità e le temperature notturne.

Una volta mature, le olive possono cominciare a cadere spontaneamente dall’albero, quindi è importante raccoglierle rapidamente per evitare che si corrompano.

Nella maggior parte delle regioni dei paesi del mediterraneo, le olive si raccolgono tra il mese di novembre e il mese di gennaio.

La raccolta delle olive avviene tradizionalmente a mano, con l’uso di bacchette per rimuoverle dagli alberi.

In alcune regioni, la raccolta meccanica viene utilizzata per velocizzare il processo e ridurre i costi, ma può danneggiare gli alberi e le olive stesse.

Una volta raccolte, le olive da olio vengono trasportate in frantoio per essere lavorate mentre quelle da mensa vengono avviate alla specifica lavorazione.

Il processo di lavorazione delle olive può variare a seconda della regione e della varietà, ma di solito prevede la rimozione dell’involucro esterno, la lavatura e infine la macinazione per estrarre l’olio.

Varietà di olive

Esistono diversi tipi di olive, con diverse forme, dimensioni e sapori, che le rendono adatte per diversi scopi. I più comuni sono:

  • Olive nere: sono raccolte quando hanno raggiunto il loro massimo grado di maturazione. Hanno un sapore morbido e intenso, ed essendo molto mature e morbide, sono perfette da utilizzare a tavola, per condire insalate, per preparare salse, paté e antipasti.
  • Olive verdi: sono raccolte prima che siano completamente mature, quindi hanno un gusto leggermente amaro. Questo le rende perfette per essere utilizzate come ingredienti in molte ricette, tra cui antipasti, pizze, pasta e piatti di pesce.
  • Olive Kalamata: dal sapore finemente salato, sono coltivate in Grecia. Sono di colore scuro e hanno la forma di una mandorla, una superficie rugosa e una carne ferma. Sono particolarmente apprezzate per il loro sapore intenso che le rendono una scelta popolare per le insalate, i condimenti, la salsa e anche per la pizza.
  • Olive di Castelvetrano: di colore verde brillante, con una forma ovale e una consistenza morbida al palato, hanno un sapore leggermente dolce che le rende perfette per antipasti, panini e insalate.
  • Olive Gaeta: hanno una forma tonda e piccola. Sono di solito di colore nero o scuro, ma possono anche essere verdi. Sono solitamente salate e conservate in salamoia, molto popolari nell’insalata di mare e altre ricette di pesce.
  • Olive Taggiasche: hanno un sapore delicato e leggermente dolce. Sono di colore scuro, con una forma ovale, e poiché sono piccole, sono perfette per le insalate e come guarnizione.
  • Olive Leccino: hanno la caratteristica forma a mandorla. Sono di solito raccolte quando sono mature, quindi sono morbide e molto aromatiche. Sono spesso utilizzate come ingrediente in molte ricette, come antipasti, panini e insalate.

Caratteristiche nutrizionali

Oltre a essere gustose, le olive sono anche molto nutrienti e offrono numerosi benefici per la salute.

In generale, sono ricche di grassi sani, proteine, fibre e un’ampia gamma di vitamine e minerali.

In particolare, le olive contengono una quantità significativa di vitamina E, una vitamina antiossidante che aiuta a proteggere le cellule dallo stress ossidativo e supporta la funzione del sistema immunitario.

Le olive sono anche una buona fonte di vitamina A, che è importante per mantenere la salute degli occhi e la pelle sana.

Dal punto di vista dei sali minerali, sono ricche di ferro, calcio e potassio.

Il ferro aiuta a ridurre l’anemia e ad aumentare l’energia, mentre il calcio è essenziale per la salute delle ossa.

Il potassio, presente in grandi quantità nelle olive, aiuta a regolare la pressione sanguigna e a mantenere un battito cardiaco regolare.

Le olive sono anche un’ottima fonte di acidi grassi monoinsaturi sani, tra cui l’acido oleico.

Questi acidi grassi aiutano a ridurre il colesterolo cattivo (LDL) nel sangue e a prevenire le malattie cardiovascolari.

Le olive contengono anche acidi grassi polinsaturi omega-3 e omega-6 che svolgono un ruolo importante nella prevenzione di malattie cardiovascolari e neurologiche.

Inoltre, sono anche una ricca fonte di antiossidanti naturali, tra cui gli estratti di polifenoli, che aiutano a prevenire i danni ai tessuti e a proteggere le cellule dai radicali liberi.

Gli antiossidanti presenti nelle olive sono anche associati alla prevenzione del cancro e di altre malattie croniche.

Le olive sono anche ricche di sodio, quindi le persone con problemi di pressione sanguigna dovrebbero limitare il loro consumo.

Uso in cucina delle olive

Le olive sono un ingrediente molto amato in cucina e per questo motivo sono utilizzate in moltissime ricette.

Esse sono ottimi antipasti e possono essere servite come snack insieme a formaggi, pane fresco e prosciutto crudo.

Le olive nere sono perfette per insaporire le pizze e le focacce, mentre quelle verdi si usano per insaporire i piatti di carne, come ad esempio il vitello tonnato.

Questo splendido alimento è anche un ingrediente prezioso per le insalate, soprattutto se abbinato a pomodori, cetrioli, peperoni e cipolle.

Le olive sono utilizzate anche nella preparazione di salse e condimenti.

Infine, le olive sono un ingrediente indispensabile per le preparazioni a base di pesce.

Con il loro sapore deciso e la loro consistenza croccante, esse si sposano perfettamente con il pesce azzurro, come il tonno, il pesce spada e le acciughe.

Cliccare qui per consultare le ricette pubblicate sul nostro sito che utilizzano le olive fra gli ingredienti.

Consigli per l’acquisto

Di seguito alcuni consigli per l’acquisto delle olive:

  • Scegliere olive fresche: le olive devono essere fresche, ben conservate e di stagione. L’ideale sarebbe acquistarle una volta che sono arrivate a maturazione, poiché questo garantisce una maggiore bontà del frutto.
  • Controllare l’aspetto: al momento dell’acquisto, controllare il loro aspetto visivo. Le olive devono essere lisce, brillanti e prive di macchie o segni di muffa. Controllare inoltre la consistenza: le olive devono essere ferme e consistenti, senza piegarsi o rompersi.
  • Scegliere la giusta metodologia di conservazione: le olive possono essere conservate sia in salamoia sia in olio. La scelta dipende dai propri gusti, ma anche dal tipo di piatto che si vuol preparare. Quelle in salamoia si prestano bene alla realizzazione di antipasti, mentre quelle in olio si utilizzano per la preparazione di salse o sughi.
  • Preferire il prodotto biologico: il prodotto biologico garantisce che non sono stati utilizzati pesticidi nocivi per la salute, ma solo fertilizzanti naturali.
  • Scegliere il produttore giusto: scegliere produttori di qualità. Cercare informazioni sui marchi e le aziende che producono olive di alta qualità.

Conservazione delle olive

La conservazione delle olive è un processo fondamentale per mantenerne la freschezza e la qualità a lungo termine.

Poiché esse subiscono modifiche chimiche e biologiche naturali, è importante mettere in atto le giuste precauzioni per garantirne la conservazione corretta.

Uno dei metodi più comuni per la conservazione delle olive è la salamoia, ovvero la conservazione in acqua salata.

Questo metodo di conservazione è stato usato fin dall’antichità ed è ancora molto popolare al giorno d’oggi.

Gli oli contenuti nell’oliva, infatti, si ossidano facilmente al contatto con l’aria, e questa reazione può provocarne il deterioramento.

Per evitare l’ossidazione, le olive devono essere raccolte e conservate rapidamente dopo essere state raccolte.

Inoltre, durante la conservazione, le olive devono essere mantenute in un ambiente fresco e asciutto a una temperatura costante di circa 10 gradi utilizzando il frigorifero.

È importante notare che la conservazione dovrebbe essere effettuata in contenitori di vetro o di plastica, dal momento che le lattine di metallo possono causare danni alle olive a causa della presenza di sali.

Inoltre, per garantire la corretta conservazione, è importante utilizzare una soluzione di salamoia adeguata.

La soluzione di salamoia corretta è composta da acqua, sale, acido citrico, e, in alcuni casi, anche mediante l’aggiunta di aceto e di aromi.

La concentrazione di sale nella soluzione di salamoia è essenziale per garantire una corretta conservazione e prevenire l’ossidazione dell’oliva.

In genere, la quantità di sale necessaria per la conservazione delle olive varia da 6 a 10 grammi di sale per litro di acqua.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.