Secondi piatti

E’ con i secondi piatti che la tradizione culinaria siciliana si distingue dal resto d’Italia.

Nello stesso tempo è l’enorme gamma di proposte che differenziano ampiamente una provincia siciliana dall’altra.

Se nel nostro percorso gastronomico abbiamo visto come cucinare la pasta in tanti modi diversi, nei secondi piatti al contrario diamo spazio all’autenticità locale.

Certamente, molte proposte gastronomiche probabilmente vi saranno note con nomi diversi, ma pure in questo caso è l’estro dell’arte culinaria a modificare senza impedimenti ricette e ingredienti.

Carne, pesce ma pure uova e addirittura le lumache diventano figure di spicco di un agglomerato di accostamenti vari, colorati, saporiti e talora fermamente alternativi.

Facendo in modo di non cucinare tipi di pesce particolarmente pieni di lische, il pesce in tavola può trasformarsi in un momento conviviale di gran classe e, se ben cotto, addirittura liberarlo dalle lische non sarà più compito così difficile.

Ma non scordiamoci che i secondi piatti di carne sono i più graditi, e in Sicilia siamo dei maestri nel cuocere la carne aromatizzata da sughi elaborati, come ad esempio nel caso della salsiccia al sugo alla siciliana, o semplicemente quasi al naturale lasciando che sia il suo aroma a essere protagonista, e qui la carne ovina regna incontrastata, attrice principale di dozzine e dozzine di saporite ricette.

I volatili come il pollo ci danno delle carni magre, perfette per preparare dei secondi piatti siciliani buoni per qualsiasi regime dietetico, come il pollo al forno alla nissena, ma anche per l’incallito amante della buona cucina che potrà assaporare un pollo alla cacciatora o un pollo alla minuta.

Insomma, come si suol dire, tanta roba.

Divertitevi allora a scegliere le ricette di secondi piatti siciliani che vi attirano di più e, come al solito… buon appetito!