Simuluni fritto siciliano

Simuluni fritto
Home » Simuluni fritto siciliano

Il simuluni fritto è un piatto a base di polenta di grano, un tempo piuttosto diffuso.

Dosi e tempi di preparazione

  • Dosi per: 4 persone
  • Tempo di preparazione: 1h 15m
  • Tempo di cottura: 2h 10m
  • Complessivamente: 3h 25m

Presentazione

Il simuluni fritto, ovvero la polenta di grano fritta, è un piatto dell’antica usanza contadina.

In passato, pure in Sicilia, diversamente rispetto a ciò che si potrebbe pensare, si utilizzavano le farine dei cereali e dei legumi secchi per cucinare minestre con verdure oppure con carne.

Quella del simuluni fritto è una ricetta povera, genuina, essenziale, la quale ci è stata tramandata nel tempo, da umili contadini i quali dovevano contentarsi di cucinare quel poco che avevano a disposizione.

Piatti di antichissima derivazione dunque, e che in Sicilia sopravvivono anche se non tipicamente diffusi e frequenti sulle tavole.

Se vi piacciono gli antipasti siciliani, lasciatevi stimolare dalle nostre proposte. Potrete navigare da una ricetta come le cassatedde fritte di tuma, a una ricetta come il misto di tonnara trapanese passando per i fiori di zucca fritti.

Altre ricette gustose

Ingredienti per preparare il simuluni fritto

Preparazione del simuluni fritto

Per preparare il simuluni fritto, occorre innanzitutto triturare non troppo finemente il frumento nel macinino da caffè.

Metterlo a bagno per una notte, quindi, il giorno dopo, colare la granella e metterla in una casseruola coprendo con acqua fredda moderatamente salata e lasciar cuocere per approssimativamente 2 ore, facendo in modo che a fine cottura si ottenga una polenta abbastanza densa.

Spandere quindi la preparazione su un vassoio unto d’olio extravergine di oliva, stenderla con l’ausilio di una spatola livellandone la superficie e attendere che si raffreddi.

Quando il simuluni darà del tutto freddo, tagliarlo a fette, infarinarlo e friggerlo in una quantità copiosa di olio extravergine di oliva caldo.

Rimuovere l’unto che dovesse risultare in eccesso mediante l’ausilio della carta assorbente e servire infine il simuluni fritto ben caldo in tavola per la consumazione.

Abbinamento

Abbinamento

Suggeriamo, come abbinamento, di accompagnare il simuluni fritto a un buon bicchiere di Contea di Sclafani Merlot.

Si tratta, in particolare, di un vino fermo, dal colore rubino, profumo tipico fruttato e sapore strutturato asciutto.

Temperatura di servizio fra i 16 e i 18 gradi. Servire in calici ballon.