Latte fritto siciliano

Latte fritto siciliano
Home » Latte fritto siciliano

Il latte fritto siciliano è un antipasto tipico della tradizione culinaria di Sicilia. Ne esiste anche una versione dolce, tipica del Carnevale. Se siete alla ricerca di quest’ultima potete consultare la ricetta del latte fritto di Naro.

Dosi e tempi di preparazione

  • Dosi per: 4 persone
  • Tempo di preparazione: 20 minuti
  • Tempo di cottura: 30 minuti
  • Complessivamente: 50 minuti

Presentazione

Il latte fritto siciliano è una ricetta molto semplice che una volta si preparava utilizzando le materie povere che i contadini siciliani avevano sempre in cucina.

Si tratta invero di una tipica ricetta siciliana (sebbene sia conosciuta anche nel resto d’Italia con varianti che prevedono l’aggiunta di altri ingredienti come per esempio il salame o i funghi), molto gradita per sua squisitezza e il suo splendido sapore.

Il latte fritto siciliano può essere preparato per dare piacere al palato di amici e parenti e fare un’ottima figura a tavola, senza consumare una fortuna, in un contesto caratterizzato dalla proposizione di piatti e antipasti tipici della tradizione gastronomica siciliana.

Se vi piacciono gli antipasti siciliani, fatevi stimolare dalle nostre proposte. Potrete spaziare da una ricetta come l’insalata di mare, a una ricetta come l’insalata di olive passando per le crocchette di uova.

Altre ricette gustose

Ingredienti per preparare il latte fritto siciliano

Preparazione del latte fritto siciliano

Per preparare il latte fritto siciliano, occorre innanzitutto stemperare l’amido in un po’ di latte. In un pentolino fondere quindi il burro, versarlo in un tegame più capiente e unirvi il composto unendovi gradatamente il latte rimasto.

Aggiungere un pizzico di sale e fare addensare, rimestando spesso, a fiamma bassa.

Quando il composto sarà diventato piuttosto denso, estinguere il fuoco e fare intiepidire.

Aggiungere adesso i tuorli d’uovo battuti e il pecorino stagionato grattugiato.

Versare quindi la crema su un vassoio imburrato e farla raffreddare.

Quando la crema si sarà raffreddata, tagliarla a fette, infarinarla e friggerla in abbondante olio extravergine di oliva caldo.

Rimuovere l’olio che dovesse risultare in eccesso mediante l’utilizzo della carta assorbente e servire infine il latte fritto siciliano ben caldo in tavola per la consumazione.

Abbinamento

Abbinamento

Suggeriamo, come abbinamento, di accompagnare il latte fritto siciliano a un buon bicchiere di Contea di Sclafani Pinot Bianco.

Si tratta, in particolare, di un vino spumante dal colore giallo più o meno intenso, dal profumo delicato fine e dal sapore armonico, rotondo e asciutto.

Temperatura di servizio fra i 6 e gli 8 gradi.