Baccalà fritto

Baccala fritto
Home » Baccalà fritto

Il baccalà fritto è un tradizionale antipasto siciliano (che può anche essere consumato come secondo piatto) che si prepara in occasione della cena di Natale e per il cenone di Capodanno.

Dosi e tempi di preparazione

  • Dosi per: 6 persone
  • Tempo di preparazione: 5 minuti
  • Tempo di cottura: 15 minuti
  • Complessivamente: 20 minuti

Presentazione

Il baccalà è una varietà di merluzzo diverso da quello che è conosciuto nel Mar Mediteranneo (nasello). E’ pescato nel Nord Atlantico e può raggiungere dimensioni ragguardevoli.

Nel corso del tempo, l’uso del baccalà è arrivato sino in Sicilia e, addirittura, costituisce uno degli antipasti tradizionali della cena di Natale e del cenone di Capodanno. In queste occasioni, il baccalà viene preparato fritto.

Si tratta di una preparazione estremamente semplice: il baccalà dissalato dopo almeno 48 ore di ammollo viene infarinato e fritto in abbondante olio di oliva.

Una preparazione davvero semplice e veloce che ormai costituisce una consolidata tradizione: difficilmente in una tavola imbandita per la cena di Natale o per il cenone di Capodanno sarà assente, in Sicilia, il baccalà fritto.

Per chi ama i piatti tradizionali, il baccalà fritto, grazie alla bontà delle sue carni, è la soluzione giusta per provare in maniera classica i sapori della stagione.

Se amate gli antipasti siciliani, lasciatevi invogliare dalle nostre idee. Potrete spaziare da una ricetta come il misto di tonnara trapanese, a una ricetta come i pomodori alla griglia con pangrattato passando per i cardi in pastella.

Altre ricette gustose

Ingredienti per preparare il baccalà fritto

Preparazione del baccalà fritto

Per preparare il baccalà fritto, tradizionale e gustoso antipasto natalizio siciliano, occorre innanzitutto tagliare a tocchi il baccalà dissalato che avremo provveduto a sciacquare sotto l’acqua corrente.

Effettuata questa semplice operazione, occorrerà asciugarlo con cura. Infarinare quindi i pezzi e disporli mano a mano su un piatto; poi friggerli in abbondante olio d’oliva caldo mantenendo il fuoco basso.

Friggerli pochi per volta per almeno 5 minuti per lato girandoli spesso e mantenendo i tocchi ben distanziati fra di loro.

A cottura ultimata, toglierli dall’olio e porli ad asciugare su carta assorbente da cucina per rimuovere l’olio che dovesse risultare in eccesso, cospargendoli di un pizzico di sale marino di Trapani.

Servire infine i pezzi di baccalà fritto ben caldi insieme a tutti gli altri antipasti del cenone.

Abbinamento

Abbinamento

Suggeriamo, come abbinamento, di accompagnare il baccalà fritto a un buon bicchiere di Menfi Chardonnay.

Si tratta, in particolare, di un vino vivace dal colore giallo paglierino con riflessi dorati, dal profumo tipico e dal sapore fruttato, armonico, morbido e asciutto.

Temperatura di servizio fra i 10 e i 12 gradi.