Cucciddatu scaniatu di Scicli con ricotta e salsiccia

Cucciddatu scaniatu con ricotta e salsiccia
Home » Cucciddatu scaniatu di Scicli con ricotta e salsiccia

Il cuccidatu scaniatu di Scicli con ricotta e salsiccia è un prodotto da forno tipico appartenente al patrimonio culinario ragusano a base di ricotta.

Dosi e tempi di preparazione

  • Dosi per: 4 persone
  • Tempo di preparazione: 30 minuti più il tempo di lievitazione dell’impasto
  • Tempo di cottura: 20 minuti
  • Complessivamente: 50 minuti

Presentazione

Il cuccidatu scaniatu di Scicli con ricotta e salsiccia è una bella ricetta per portare in tavola una focaccia appetitosa: questa versione proviene dalla Sicilia sudorientale, dove la storia culinaria vanta molte preparazioni di questo genere.

Se gradite le focacce siciliane, non potete non sperimentare il cuccidatu scaniatu di Scicli con ricotta e salsiccia.

Il cuccidatu scaniatu di Scicli con ricotta e salsiccia è una specie di focaccia farcita specifica del ragusano e precisamente di Scicli, la bella cittadina barocca celebre inoltre per le teste di turco. 

La tradizione sciclitana prevede due tipologie di cucciddati scaniati, uno col ripieno di salsiccia e l’altro col ripieno di salsiccia e ricotta. 

L’aggettivo “scaniatu” vuol dire rimodellato, reimpastato e c’è da dire pure che le dosi per confezionare questo cucciddatu sono sempre poco definite. 

Questo avviene in quanto la ricetta cambia da famiglia a famiglia, anche in considerazione del fatto che originariamente il cucciddatu veniva preparato dopo aver fatto il pane utilizzando gli avanzi di pasta di pane rimasti. 

Ma non solo: lo strutto si usa in modo molto variabile. Per prima cosa diciamo che la quantità desiderabile è quella che la pasta riesce agevolmente ad assimilare.

Ma calibrando a dovere la quantità di strutto è possibile ricavare una pasta più friabile utilizzando più strutto, ovvero una pasta più dura riducendone la dose.

La ricetta del cuccidatu scaniatu di Scicli con ricotta e salsiccia è una ricetta a base di ricotta, uno degli ingredienti più importanti della gastronomia ragusana.

Dal punto di vistra nutrizionale, la ricotta è un prodotto abbastanza povero di calorie.

E’ digeribile con grande facilità ed è ricca di proteine a elevato valore biologico, calcio e svariati utilissimi minerali per il nostro organismo.

Vediamo allora come preparare il cuccidatu scaniatu di Scicli con ricotta e salsiccia seguendo passo passo le istruzioni che ci ha fornito la nostra amica Maria Occhipinti che vive in Svizzera ma che è originaria di Scicli.

Se adorate i prodotti da forno siciliani, lasciatevi invogliare dalle nostre proposte. Potrete navigare da una ricetta come la focaccia condita siciliana, a una ricetta come le sfincione palermitano passando per la la ranza e sciura di Chiusa Sclafani.

Altre ricette gustose

Ingredienti per preparare il cuccidatu scaniatu di Scicli con ricotta e salsiccia

Preparazione del cuccidatu scaniatu di Scicli con ricotta e salsiccia

Per preparare il cucciddatu scaniatu di Scicli con salsiccia e ricotta, occorre innanzitutto preparare l’impasto.

Versare sulla spianatoia la farina passata al setaccio, aggiungere l’acqua e il lievito diluito in un poco di acqua tiepida e mescolare fino a ottenere un composto sodo e uniforme.

Adagiarlo in una ciotola capiente, coprirlo con un canovaccio pulito e farlo lievitare per due ore.

Quando l’impasto sarà lievitato, occorrerà “scaniarlo“, ovvero occorrerà rimescolare la pasta con lo strutto.

Non è possibile determinare in anticipo la quantità di strutto, in quanto occorre utilizzare tutto lo strutto che l’impasto riesce ad assorbire.

Disporre l’impasto in un rotolo lungo circa 40 cm e tagliarlo con un coltello per tutta la sua lunghezza, realizzando un’incisione profonda pari alla metà dello spessore del rotolo di pasta.

Realizzare lungo tutto il cordone di impasto degli spazi di circa 5 cm. e dare alla pasta una forma a ferro di cavallo o, se si preferisce, circolare.

Sbattere le uova e aggiungere la ricotta e la salsiccia sbriciolata. 

Inserire con un cucchiaino il composto negli spazi creati a intervalli di 5 cm.

Adagiare il cuccidatu su una teglia ricoperta di olio extravergine di oliva e cuocere in forno preriscaldato a 250°C per circa 20 minuti, avendo cura di farlo cuocere all’interno in modo uniforme.

Togliere quindi la teglia dal forno, far raffreddare per qualche minuto, e infine servire in tavola il cucciddatu scaniatu di Scicli con salsiccia e ricotta per la consumazione.

Abbinamento

Abbinamento

Suggeriamo, come abbinamento, di accompagnare il cuccidatu scaniatu di Scicli con ricotta e salsiccia a un buon bicchiere di Delia Nivolelli Merlot Riserva.

Si tratta, in particolare, di un un vino fermo dal colore rubino intenso all’aranciato con l’invecchiamento, dal profumo tipico intenso e dal sapore asciutto e gradevole.

Questo vino delizioso va servito a una temperatura compresa generalmente fra i 16 e i 18 gradi dopo la decantazione.