La ranza e sciura di Chiusa Sclafani

Ranza e Sciura di Chiusa Sclafani
Home » La ranza e sciura di Chiusa Sclafani

A Chiusa Sclafani, paese nella provincia di Palermo famoso anche per le sue deliziose ciliegie, la ranza e sciura è la pietanza tradizionale per eccellenza.

Dosi e tempi di preparazione

  • Dosi per: 4 persone
  • Tempo di preparazione: 20 minuti
  • Tempo di cottura: 30 minuti
  • Complessivamente: 50 minuti

Presentazione

La ranza e sciura di Chiusa Sclafani è un prodotto da forno, decisamente simile allo sfincione.

Anticamente a Chiusa, cittadina molto nota per la produzione di ottime ciliegie, si preparava una focaccia con la ranza (cruschello) e la sciura (fiore della farina) in occasione della molitura del grano.

Alle farine si aggiungevano così due strati di pane arricchiti di olio extravergine d’oliva, maggiorana, sarde salate e caciocavallo.

Un alimento tutto sommato povero, appartenente alla tradizione contadina, ma non per questo meno buono.

Al giorno d’oggi la ranza e sciura, a Chiusa Sclafani, si realizza con lo stesso impasto del pane al quale viene aggiunto un pò di olio d’oliva o di strutto.

L’impasto si stende in tre strati dentro una teglia e si condisce con maggiorana, cipolle e sarde salate (a volte, come nella ricetta che pubblichiamo, anche con pepe, origano, salsiccia sbriciolata, prosciutto cotto e pancetta), poi spolverato in superficie con formaggio pecorino grattugiato e cotto al forno per circa mezzora.

Nel ridente borgo della provincia di Palermo si celebra annualmente nel mese di settembre la sagra della ranza e sciura di Chiusa Sclafani.

Se amate i prodotti da forno siciliani, lasciatevi stimolare dalle nostre idee. Potrete spaziare da una ricetta come la torta di carciofi e patate, a una ricetta come i cabbuci passando per la vastedda condita con la ricotta.

Altre ricette gustose

Ingredienti per preparare la ranza e sciura di Chiusa Sclafani

Preparazione della ranza e sciura di Chiusa Sclafani

Per preparare la ranza e sciura di Chiusa Sclafani occorre innanzitutto impastare la farina con il lievito sciolto in poca acqua tiepida e il sale. Formare tre pagnotte e farle lievitare.

Stendere quindi le pagnotte e mettere su ciascuna di esse la salsiccia a pezzetti, il prosciutto, la pancetta, il pecorino, la maggiorana, le acciughe diliscate, sale e pepe.

Successivamente disporre le tre pagnotte una sopra l’altra, irrorando di olio extravergine di oliva ogni suolo.

Formare un rotolo di tutto, allungarlo un po’, tagliarne cinque pezzi e metterli quindi uno sopra l’altro. Allargarli quindi in una teglia unta d’olio.

Infornare per 30 minuti circa e servire infine la ranza e sciura di Chiusa Sclafani ben calda in tavola per la consumazione.

Abbinamento

Abbinamento

Suggeriamo, come abbinamento, di accompagnare la ranza e sciura di Chiusa Sclafani a un buon bicchiere di Delia Nivolelli Rosso Novello.

Si tratta, in particolare, di un vino fermo dal colore rosso più o meno intenso, dal profumo vinoso intenso fruttato e dal gusto sapido, armonico, e leggermente acidulo.

Temperatura di servizio fra i 12 e i 14 gradi.