Gelo di mandorle

Gelo di mandorle
Home » Gelo di mandorle

Il gelo di mandorle o “bianco mangiare” (biancumanciari) è uno dei più tipici dolci siciliani, originario della provincia di Ragusa.

Dosi e tempi di preparazione

  • Dosi per 4 persone
  • Tempo di preparazione: 5 minuti
  • Tempo di cottura 25 minuti
  • Complessivamente: 30 minuti

Presentazione

Il gelo di mandorle o “bianco mangiare” (biancumanciari) è un classico dolce al cucchiaio siciliano, una sorta di budino il cui nome deriva soprattutto dal suo colore.

Tutti gli ingredienti che si utilizzano nella sua realizzazione, infatti, dal latte allo zucchero alla mandorla, sono di colore bianco.

Si tratta di un dolce la cui preparazione è diffusa in tutta la regione, anche se è più prevalente nella zona orientale dell’isola, essendo il dolce originario della provincia di Ragusa (l’antica Contea di Modica).

L’origine del biancomangiare, a quanto pare, è da attribuirsi ai francesi.

Il dolce si diffuse in Italia intorno al 12° secolo, e ne sono testimonianza di ciò molti ricettari di quell’epoca.

Conosce alcune varianti, la più importante delle quali vede l’impiego delle mandorle per la realizzazione dell’apposito latte che va utilizzato per intero oppure mescolato al latte vaccino.

Altri ingredienti che talvolta vengono impiegati in altre versioni sono invece il miele, la cioccolata e il pistacchio di Bronte.

La versione del gelo di mandorle che proponiamo in questa sede è quella che prevede l’utilizzo del latte vaccino.

Se preferite i dolci siciliani, lasciatevi invogliare dalle nostre proposte. Potrete spaziare da una ricetta come gli nzuddi, a una ricetta come la cuccia al vino cotto passando per la cassata siciliana.

Altre ricette gustose

Ingredienti per preparare il gelo di mandorle

  • 0,5 l latte
  • 100 g zucchero
  • 50 g amido per dolci
  • 1 limone
  • mezza stecca di vaniglia
  • granella di mandorle tostate

Preparazione del gelo di mandorle

Per preparare lo squisito gelo di mandorle occorre innanzitutto versare il latte in un tegamino insieme con lo zucchero, l’amido, la cannella e la scorza di limone tagliata a spirale.

Cuocere a fuoco basso, sempre mescolando con un cucchiaio di legno sino ad ottenere una crema densa.

Togliere la scorza di limone e la cannella e mettere il biancomangiare in piccoli stampi da una porzione ciascuno, lasciarlo intiepidire e metterlo in frigorifero per almeno 3 ore.

Quando sarà ben freddo, sformare il gelo di mandorle capovolgendo la coppetta su una foglia di limone e servire cospargendolo di granella di mandorle tostate.

Abbinamento

Abbinamento

Suggeriamo, come abbinamento, di accompagnare il gelo di mandorle a un buon bicchiere di Moscato Passito di Pantelleria.

Si tratta, in particolare, di un vino fermo dal colore ambrato, dal profumo delicato e dal gusto gradevole e dolce.

Temperatura di servizio fra gli 8 e i 10 gradi.