Pasta con gamberi e pistacchio di Bronte

Pasta con gamberi e pistacchio di Bronte
Home » Pasta con gamberi e pistacchio di Bronte

La pasta con gamberi e pistacchio di Bronte è un primo piatto di mare classico appartenente al patrimonio gastronomico siciliano a base di gamberi.

Dosi e tempi di preparazione

  • Dosi per: 4 persone
  • Tempo di preparazione: 20 minuti
  • Tempo di cottura: 25 minuti
  • Complessivamente: 45 minuti

Presentazione

È proprio vero che le idee per portare in tavola un primo piatto di mare buono e originale sono infinite!

Da provare questa ricetta con gamberi di Mazara del Vallo e pistacchio di Bronte, una ricetta facile e veloce, pronta in tre quarti d’ora, con cui preparare un primo piatto di mare gustoso e nutriente.

Parliamo di un piatto davvero con forti connotazioni tipiche, che ci racconta della cultura dell’isola di Sicilia e della sua storia culinaria.

Il gambero rosso di Mazara e il pistacchio di Bronte, ingredienti principali di questa ricetta, sono infatti due fra i prodotti siciliani più tipici.

Questa pasta è una preparazione semplice nelle mescolanze di sapori e assolutamente ghiotta, una ricetta che non contempla tecniche speciali e dal successo garantito.

Dal nostro ricco archivio, oggi vi consigliamo questa ricetta a base di gamberi.

Ricchi di vitamine, carboidrati e sali minerali, i gamberi sono molto adoperati nelle preparazioni alla griglia, per antipasti, insalate e nelle zuppe di mare.

Il basilico fresco conferisce a questa ricetta un gusto particolare. Prima di frullare le foglie insieme a dell’ottimo olio extravergine siciliano, vi consigliamo di asciugare con cura il basilico dopo averlo lavato.

Come formato di pasta vi suggeriamo l’utilizzo di pasta lunga, le busiate o le tagliatelle si adattano perfettamente prendendo alla perfezione il condimento.

Grazie all’utilizzo dei suoi ghiotti ingredienti, la pasta con gamberi e pistacchio di Bronte è un’ottima proposta per la vostra tavola.

Concordate con noi sulla bontà di questa ricetta?

Se adorate i primi piatti siciliani di mare, fatevi invogliare dalle nostre idee. Potrete spaziare da una ricetta come i bucatini al sugo di pesce spada, a una ricetta come la minestra di seppie di Siculiana passando per gli spaghetti col nero di seppia alla siciliana.

Altre ricette gustose

Ingredienti per preparare la pasta con gamberi e pistacchio di Bronte

Preparazione della pasta con gamberi e pistacchio di Bronte

Per preparare la pasta con gamberi e pistacchio di Bronte occorre innanzitutto sciacquare i gamberi sotto l’acqua corrente e metterli a scolare in uno scolapasta. 

Sgusciare adesso i gamberi eliminando le teste e il filamento nero interno avendo cura di mettere da parte i gusci e le teste. 

Soffriggere uno spicchio d’aglio in olio extravergine di oliva, prestando la massima attenzione affinché non si bruci, quindi rimuoverlo e aggiungere nella padella le teste e i gusci dei gamberi.

Far cuocere a fiamma media per circa 5 minuti in modo che rilascino il liquido, quindi sfumare con il vino e, abbassando la fiamma, far cuocere per ulteriori dieci minuti.

Successivamente, con l’ausilio di un colino, filtrare il brodo così ottenuto.

Soffriggere adesso i gamberi a fiamma vivace per qualche minuto, poi aggiungere il brodo ancora caldo, i pomodorini tagliati in quarti e far cuocere per cinque minuti.

Versare in un frullatore mezzo bicchiere di olio extravergine di oliva, aggiungere le foglie di basilico lavate e asciugate e frullare fino a quando il basilico sarà ridotto in poltiglia, quindi aggiungervi la granella di pistacchio di Bronte.

Cuocere la pasta, scolarla al dente e versarla nella padella con i gamberi e i pomodori, aggiungendo qualche cucchiaio di acqua di cottura della pasta, l’olio aromatizzato al basilico e la granella di pistacchi amalgamando bene il tutto.

Servire infine la pasta con gamberi e pistacchio di Bronte in tavola per la consumazione spolverandola ulteriormente con la granella di pistacchio.

Abbinamento

Abbinamento

Suggeriamo, come abbinamento, di accompagnare la pasta con gamberi e pistacchio di Bronte a un buon bicchiere di Etna bianco Superiore.

Si tratta, in particolare, di un un vino fermo dal colore giallo paglierino con leggeri riflessi dorati, dal profumo profumo e delicato di carricante e dal sapore fresco, armonico e asciutto.

Temperatura di servizio generalmente fra i 10 e i 12 gradi.