Pizza rianata trapanese

Rianata trapanese
Home » Pizza rianata trapanese

La pizza rianata trapanese è una pizza tipica della città di Trapani e del suo comprensorio. Ricca di ingredienti tipici del territorio, è un prodotto irrinunciabile per chi visita l’estremo lembo della Sicilia occidentale.

Dosi e tempi di preparazione

  • Dosi per: 4 persone
  • Tempo di preparazione: 45 minuti più il tempo di lavorazione dell’impasto
  • Tempo di cottura: 25 minuti
  • Complessivamente: 1h 10m

Presentazione

La pizza rianata trapanese: una pizza dalla ricetta facile, specialmente per tutti coloro che amano i sapori decisi.

Parliamo di una pizza davvero caratteristica della tradizione alimentare siciliana in generale e di quella trapanese in particolare, una ricetta che si contraddistingue per la sua forte tipicità.

Se siete alla ricerca di una pizza dal gusto straordinario da presentare per un’allegra cena tra amici, questa ricetta è proprio ciò che fa al caso vostro.

Ma cosa è la pizza rianata trapanese? Ci troviamo di fronte, per la precisione, a un prodotto da forno sfizioso a base di pecorino siciliano, aglio, acciughe, prezzemolo, pomodoro e origano.

Il nome rianata è traducibile in italiano con “origanata” in quanto è proprio l’abbondante quantità di profumato origano siciliano a dare l’aroma particolare a questa pizza.

Ma ciò che conferisce il gusto deciso a questa delizia è il pecorino siciliano, uno dei formaggi più antichi del mondo, considerato uno dei più buoni.

Si tratta di un formaggio a pasta dura, come dura è la sua crosta che presenta proprietà di untuosità e marcatura proveniente dai segni causati dai canestri di giunco.

Non c’è pizzeria tradizionale a Trapani e nei comuni del comprensorio che non presentino nel loro menu la rianata trapanese. Da qualche tempo le stesse pizzerie offrono una variante della classica rianata, la c.d. rianella, ovvero una rianata trapanese con aggiunta di mozzarella.

La rianata trapanese si trova facilmente anche nei migliori panifici del trapanese e spesso, tagliata a pezzettini, è uno degli ingredienti più in voga per gli aperitivi e gli apericena offerti dai bar del territorio.

Se siete arrivati sin qui avrete sicuramente voglia di gustare una bella rianata: seguite dunque le istruzioni che ci ha inviato il nostro amico trapanese Peppe Pantaleo e preparate con noi la rianata trapanese!

Se adorate i prodotti da forno siciliani, lasciatevi invogliare dalle nostre proposte. Potrete spaziare da una ricetta come la facci di vecchia, a una ricetta come la ranza e sciura di Chiusa Sclafani passando per la focaccia messinese.

Altre ricette gustose

Ingredienti per preparare la pizza rianata trapanese

Preparazione della pizza rianata trapanese

Per preparare la pizza rianata trapanese, è necessario innanzitutto sciogliere il lievito in 2 dl di acqua tiepida mescolata con un po’ di zucchero. 

A parte mescolare la farina passata al setaccio con un pizzico di sale, aggiungerla al lievito e lavorare il tutto a lungo. 

Durante il corso della lavorazione aggiungere altra acqua, provvedendo a lavorare energicamente l’impasto.

Dopo circa 20 minuti, fare una palla con l’impasto e depositarla in una ciotola cosparsa di farina, imprimere un taglio a croce sopra e coprire con uno strofinaccio.

Lasciar lievitare in un luogo caldo per un paio di ore, quindi, trascorso questo lasso di tempo lavorare brevemente l’impasto ancora una volta e suddividerlo in palline di uguale dimensione.

Allargare adesso ciascuna pallina su una teglia rotonda unta e stendere sulla sfoglia così ottenuta le acciughe spezzettate, i pomodori pelati e tagliati a pezzetti e l’aglio ridotto in fettine.

Cospargere quindi con il prezzemolo fresco tritato molto finemente, il pecorino siciliano grattugiato e con un un’abbondante quantità di ottimo origano di montagna siciliano.

Irrorare a questo punto le rianate trapanesi con un filo di olio extravergine di oliva e lasciare riposare per un quarto d’ora. 

Infornate infine la pizza a 250° per circa 25-30 minuti in forno preriscaldato e, a cottura ultimata, servire la rianata trapanese in tavola per la consumazione.

Abbinamento

Abbinamento

Suggeriamo, come abbinamento, di accompagnare la pizza fritta di Zafferana Etnea a un buon bicchiere di Cerasuolo di Vittoria.

Si tratta, in particolare, di un un vino fermo dal colore rosso ciliegia, odore floreale e fruttato, sapore pieno, rotondo e asciutto.

La temperatura di servizio di questo vino è compresa generalmente fra i 14 e i 16 gradi.