Facci di vecchia

Facci ri vecchia
Home » Facci di vecchia

La facci di vecchia è una semplice preparazione da forno molto saporita tipica di Torretta, vicino a Palermo.

Altre ricette gustose

Dosi e tempi di preparazione

Dosi per: 4 persone
Tempo di preparazione: 1 ora
Tempo di cottura: 30 minuti
Complessivamente: 1h 30m

Presentazione

La facci di vecchia (faccia di vecchia) è una sorta di pizza tipica della città di Palermo e delle sue vicinanze.

Potremmo definire la facci di vecchia come un incrocio fra lo sfincione e la pizza.

La sua pasta è soffice, ma non è compatta bensì spugnosa: da qui la similarità con la pizza.

Possiede però un sapore deciso, grazie al suo condimento a base di cipolle e caciocavallo: e questo è ciò che la accomuna allo sfincione (è pur vero che la focaccia può essere preparata “bianca”, ovvero senza condimento).

Diversamente dalla pizza, la facci di vecchia si prepara dandole una forma per così dire asimmetrica, più ellittica che rotonda.

La cottura nel forno a legna fa sì poi che si creino sulla sua superficie le caratteristiche bolle che danno a questa focaccia un’apparenza grinzosa, proprio come la faccia di una persona anziana.

Forse è proprio da qui che questa bontà siciliana trae il suo curioso nome…

Ingredienti

500 g farina di tipo “00”
25 g lievito di birra
40 g strutto
3 cucchiai di olio extravergine di oliva
origano
sale marino di Trapani
pepe nero macinato al momento
caciocavallo tagliato a dadini

Preparazione

Per preparare la facci di vecchia, occorre innanzitutto setacciare la farina sulla spianatoia, trasferirne 100 g in una scodella e amalgamarla con il lievito disciolto in mezzo bicchiere di acqua tiepida. Fare poi lievitare la pastella per approssimativamente un’ora.

Trascorso il tempo stabilito, amalgamare la farina rimasta con lo strutto, un pizzico di sale e l’acqua necessaria per ricavare una pasta soda.

Unire al composto lievitato e impastare lungamente il preparato, fino a renderlo morbido ed elastico.

Porlo in una scodella infarinata e inciderlo con i caratteristici tagli a croce, coprirlo con un panno e farlo lievitare ancora per due ore e mezza in un posto tiepido e asciutto.

Allargare quindi l’impasto in un disco spesso circa 1 cm di e porlo in una teglia foderata di carta da forno.

Praticare delle fossette con la punta delle dita e spennellare la superficie con una emulsione di olio, sale marino di Trapani e pepe nero scrupolosamente macinato al momento.

Spruzzare la focaccia con un’abbondante spolverata di origano, cospargerla con i dadini di caciocavallo e cucinare in forno caldo a 220° per 25-30 minuti.

Abbinamento

Abbinamento

Suggeriamo di abbinare la facci di vecchia a un buon bicchiere di Contea di Sclafani Nerello Mascalese, un vino fermo, dal colore rosso poco intenso e dal profumo fine e delicato.

Questo vino ha un gusto elegante, fruttato e asciutto e si abbina perfettamente con questa ricetta. Temperatura di servizio fra i 16 e i 18 gradi.

Conservazione

La facci di vecchia può essere conservata in frigo coperta con pellicola o chiusa in un sacchetto per alimenti al massimo per due giorni.