Sarde alla brace

Sarde alla brace
Home » Sarde alla brace

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Le sarde alla brace sono una preparazione siciliana tipica delle scampagnate primaverili.

Dosi per: 4 persone
Tempo di preparazione: 35m
Tempo di cottura: 15m
Periodo di preparazione complessivo: 50m

Sarde alla brace: presentazione

Ecco una ricetta per un pranzo o una cena in allegria: le sarde alla brace sono un secondo piatto a base di sarde, un pesce diffuso in tutto il Mar Mediterraneo e largamente pescato in Sicilia.

Particolarmente conosciute per la bontà e per la morbidezza delle loro carni sono le sarde di Selinunte.

Dal punto di vista nutrizionale, le sarde sono un alimento di grande pregio in quanto sono una buona fonte di vitamina B3, vitamina D, vitamina B12, fosforo, proteine, calcio e selenio.

Le sarde alla brace (o sarde arrustute in lingua siciliana) sono una ricetta da apprezzare per la bontà di una specie ittica povera ma gustosa e salutare.

Ingredienti

1 kg. sarde
sale marino di Trapani

Preparazione

La buona riuscita di questa preparazione dipende innanzitutto dalla freschezza del prodotto.

Per preparare le sarde alla brace alla siciliana, i pesci non vanno squamati bensì devono essere lavati sotto l’acqua corrente.

Inoltre, dovranno essere cosparsi con una abbondante quantità di sale marino di Trapani e fatti riposare con il sale per una mezz’oretta di modo che le carni si insaporiscano di sale.

Trascorso questo lasso di tempo, sciacquare i pesci e adagiarli sulla griglia che andrà sistemata sulla brace ardente.

Far quindi cuocere rivoltando a metà cottura.

Servire infine le sarde alla brace caldissime per la consumazione.

Abbinamento

Abbinamento

Suggeriamo di abbinare le sarde alla brace a un buon bicchiere di Contessa Entellina Grecanico. Si tratta di un vino fermo dal colore paglierino più o meno intenso con riflessi verdolini; un vino dal profumo delicato tipico e dal sapore fresco e asciutto. Temperatura di servizio fra i 10 e i 12 gradi.