Pasta con i carciofi di Menfi

Pasta con i carciofi di Menfi
Home » Pasta con i carciofi di Menfi

La pasta con i carciofi di Menfi è un primo piatto vegetariano tipico della tradizione gastronomica agrigentina a base di carciofi e di pomodori.

Dosi e tempi di preparazione

  • Dosi per: 4 persone
  • Tempo di preparazione: 20 minuti
  • Tempo di cottura: 20 minuti
  • Complessivamente: 40 minuti

Presentazione

La pasta con i carciofi di Menfi è un primo piatto vegetariano succulento apprezzato da grandi e piccini.

Quando si presenta l’occasione di condividere un pasto con la propria famiglia e non si ha idea di cosa poter preparare per accontentare tutti, allora la pasta con i carciofi di Menfi è un’ottima opzione: come si potrebbe dire di no a una tale squisitezza?

Una pietanza semplice nelle mescolanze di sapori e decisamente ghiotta, una ricetta, infatti, che non presume tecniche particolari e dal successo garantito.

La pasta con i carciofi di Menfi è un primo piatto vegetariano ricco e saporito tipico della tradizione agrigentina, preparato con carciofi e pomodori insaporiti in un soffritto di aglio.

Perfetta per la vostra dieta, è un vero comfort food per un pasto in allegria.

Carciofi e pomodori, un concentrato di sostanze benefiche

Il carciofo è una pianta molto coltivata in Sicilia, celebri, per esempio, sono le produzioni di qualità di Niscemi nel nisseno, di Cerda, nel palermitano e di Menfi per l’appunto, dove si coltiva un’ottima varietà spinosa.

Il carciofo è ricco di elementi utili per il nostro corpo, come potassio, calcio, fosforo, ferro, vitamina A, diverse vitamine appartenenti al gruppo B, e poi vitamina C, E, K, J e beta carotene.

Il pomodoro è un eccezionale ortaggio fonte di moltissime caratteristiche positive per il nostro organismo.

Per cominciare, i pomodori contengono molta vitamina C e sali minerali e hanno pochissime calorie, circa 18 per ogni 100 g, di conseguenza costituiscono l’ingrediente perfetto per chi segue un regime alimentare ipocalorico.

Sono poi ritenuti un vero e proprio farmaco naturale per il muscolo cardiaco in quanto prevengono il pericolo di incorrere in gravi patologie e abbassano i livelli di colesterolo nel sangue.

Il sapore aromatico del carciofo si abbina stupendamente con il sapore acidulo del pomodoro rendendo questo eccellente piatto davvero particolare nel suo genere.

Il sapiente uso degli ingredienti fa di questa ricetta un piatto meraviglioso.

Chi può opporsi a una ghiotta tentazione come la pasta con i carciofi di Menfi? Ai fornelli quindi, e buon appetito!

Se preferite i primi piatti siciliani vegetariani, fatevi stimolare dalle nostre idee. Potrete navigare da una ricetta come la pasta con le zucchine fritte, a una ricetta come i tagliolini agli asparagi passando per la pasta con i tenerumi.

Altre ricette gustose

Ingredienti per preparare la pasta con i carciofi di Menfi

Preparazione della pasta con i carciofi di Menfi

Per preparare la pasta con i carciofi di Menfi occorre innanzitutto nettare i carciofi.

A questo scopo privarli delle foglie esterne più dure, quindi tagliare la parte superiore delle foglie rimaste. Batterli sul tavolo in modo da allargare le foglie, quindi eliminare la barbetta interna.

Ricavarne i cuori, tagliarli a fettine e immergerli in acqua e limone al fine di far sì che non anneriscano. 

Soffriggere adesso l’aglio in qualche cucchiaiata di olio extravergine di oliva prestando la massima attenzione a che l’aglio non si bruci.

Aggiungere quindi il pomodoro tagliato a pezzetti, i carciofi e un mestolo di brodo vegetale. Far cuocere il tutto finché i carciofi non saranno diventati teneri. 

Lessare la pasta, scolarla al dente e farla saltare in padella con l’intingolo dei carciofi. 

Unire il prezzemolo tritato molto finemente e regolare di sale e pepe nero rigorosamente macinato al momento.

Servire infine la pasta con i carciofi di Menfi in tavola per la consumazione aggiungendo scaglie di pecorino siciliano.

Abbinamento

Abbinamento

Suggeriamo, come abbinamento, di accompagnare la pasta con i carciofi di Menfi a un buon bicchiere di Contea di Sclafani rosso novello.

Si tratta, in particolare, di un un vino fermo dal colore rubino più o meno intenso con riflessi violacei, odore fine e gradevole, sapore armonico e strutturato.

La temperatura di servizio di questo vino è compresa generalmente fra i 16 e i 18 gradi.
Servire in calici ballon.