Sfoglio delle Madonie

Sfoglio delle Madonie o sfoglio polizzano
Home » Sfoglio delle Madonie

Lo sfoglio delle Madonie o sfoglio polizzano è un dolce peculiare della tradizione gastronomica del palermitano a base di tuma.

Dosi e tempi di preparazione

  • Dosi per: 6 persone
  • Tempo di preparazione: 50 minuti
  • Tempo di cottura: 55 minuti
  • Complessivamente: 1h 45m

Presentazione

Lo sfoglio delle Madonie o sfoglio polizzano: un dolce dalla ricetta stuzzicante, specialmente per tutti i coloro che amano i sapori particolari.

Ci riferiamo a un dolce appartenente davvero alla storia alimentare siciliana, che si contraddistingue per ricette relativamente facili ma che offrono un’esplosione di sapori.

Se vi piacciono i dolci siciliani, non potete non sperimentare lo sfoglio delle Madonie.

Lo sfoglio delle Madonie (o sfoglio polizzano) è un dolce al forno tipico di Polizzi Generosa, comune del Parco delle Madonie, in provincia di Palermo.

Ideato dalle religiose del Convento di Santa Margherita nel diciassettesimo secolo per celebrare il loro protettore San Benedetto, lo sfoglio delle Madonie non è un dolce di pasta sfoglia come il suo nome indurrebbe a ritenere, ma una specie di cassata al forno farcita con la tuma, cioè il formaggio pecorino al suo primo stadio di maturazione unitamente a zucca candita, cannella e cioccolato.

Per chi predilige i dolci classici, lo sfoglio polizzano, grazie agli ingredienti deliziosi, è la soluzione giusta per vivere in maniera intramontabile i sapori tipici di Sicilia.

Se preferite i dolci siciliani, fatevi ispirare dalle nostre idee. Potrete navigare da una ricetta come i sursameli, a una ricetta come le pesche dolci con ricotta passando per i mustazzoli al rum.

Altre ricette gustose

Ingredienti per preparare lo sfoglio delle Madonie

Per la pasta

  • 500 g farina 00
  • 200 g strutto 
  • 100 g zucchero
  • 2 uova intere
  • 2 tuorli d’uovo
  • mezzo bicchiere di Marsala

Per il ripieno

  • 500 g tuma
  • 250 g zucchero
  • 100 g gocce di cioccolato
  • 3 albumi d’uovo
  • 50 g zucca candita a dadini
  • 30 g cannella in polvere

Per guarnire

Preparazione dello sfoglio delle Madonie

La pasta

Per preparare lo sfoglio delle Madonie (sfoglio polizzano) occorre innanzitutto amalgamare la farina sul piano di lavoro, stacciata, con lo zucchero, lo strutto ridotto a pezzetti, le uova intere e i tuorli d’uovo.

Lavorare gli ingredienti e, nel caso in cui la massa apparire troppo dura e secca, unire un po’ di Marsala a filo fino a conseguire una pasta morbida e uniforme.

Dare forma a una sfera con l’impasto, foderarla in una pellicola trasparente e farla quindi riposare in frigo per un’oretta.

Il ripieno

In una tazza capiente grattare la tuma fresca, aggregare gli albumi montati a neve, lo zucchero, la cannella, le gocce di cioccolato fondente e la zucca candita ridotta a dadini e mescolare bene tutti gli ingredienti fino a ricavare una crema uniforme.

Confezionamento dello sfoglio polizzano

A questo punto allargare l’impasto e assottigliarlo fino a raggiungere lo spessore di un cm circa rivestendo con parte di questo la base e i lati di una tortiera imburrata e cosparsa di farina.

Scodellare quindi la farcitura dentro la tortiera, ricoprire con la rimanente pasta frolla chiudendo per bene i margini ed effettuare qualche piccola foratura per far sì che l’aria possa uscire dall’interno.

Cacciare lo sfoglio delle Madonie in forno e lasciarlo cuocere a 180 °C per un’oretta scarsa fino a doratura.

Una volta terminata la cottura, togliere lo sfoglio polizzano dal forno e farlo raffreddare.

Adagiarlo quindi su un piatto da portata e portarlo in tavola se possibile il giorno seguente dopo averlo spolverizzato con una generosa quantità di zucchero a velo. 

Abbinamento

Abbinamento

Suggeriamo, come abbinamento, di accompagnare lo sfoglio delle Madonie a un buon bicchiere di Marsala Semisecco.

Si tratta, in particolare, di un un vino fermo dal colore rubino con riflessi ambrati con l’invecchiamento, dal profumo tipico e dal sapore tipico e semiasciutto.

Servire a una temperatura compresa generalmente fra gli 8 e i 10 gradi dopo un opportuno periodo di decantazione.

Uno sguardo su Polizzi Generosa