Spaghetti con acciughe e mollica abbrustolita

Spaghetti con acciughe e mollica abbrustolita
Home » Spaghetti con acciughe e mollica abbrustolita

La cucina siciliana ci regala piatti tradizionali estremamente gustosi: gli spaghetti con acciughe e mollica abbrustolita (pasta cu anciovi e muddica atturrata in lingua siciliana) sono indubbiamente uno dei primi piatti più noti ed apprezzati della tradizione di questa meravigliosa terra.

Dosi e tempi di preparazione

  • Dosi per: 4 persone
  • Tempo di preparazione: 5 minuti
  • Tempo di cottura: 15 minuti
  • Complessivamente: 20 minuti

Presentazione

Gli spaghetti con acciughe e mollica abbrustolita sono un primo piatto dal gusto delicato e raffinato, molto semplici da preparare e di grande effetto.

Se immaginiamo un piatto poco costoso, la prima cosa a cui pensiamo è la pasta. 

Insaporita ad esempio con un filo di olio, del buon pomodoro e basilico ci si assicura un pasto di tutto rispetto, soddisfacente e dal costo a dir poco trascurabile. 

La pasta è versatile: in aggiunta a essere portata in tavola calda può trasformarsi in un piatto unico, in un’insalata fredda estiva oppure in un gratin, offrendosi a una quantità fondamentalmente illimitata di combinazioni di ingredienti. 

Quella che vi presentiamo in questa pagina, oltre a essere una ricetta tradizionale siciliana, è una pietanza da cucinare all’ultimo minuto. 

Un piatto, per intenderci, ottimo quando si va di fretta, quando per esempio si torna di corsa dalla spiaggia per un pasto veloce e non si ha la benché minima idea di cosa preparare per pranzo. 

Appena il tempo di lessare la pasta e, nel frattempo, in pochi passi, l’intingolo sarà preparato. 

Ingredienti semplici ma saporiti

Acciughe, prezzemolo e aglio sono tutto ciò di cui necessiteremo. 

Ingredienti di agevole reperibilità, a costo ridotto, che solitamente tutti teniamo in casa. 

Con il pane indurito, sminuzzato sommariamente e arrostito in padella con poco olio, completeremo il piatto con una nota tostata e una croccantezza inattesa.

L’accostamento delle acciughe con la mollica di pane abbrustolita è un binomio perfettamente riuscito tanto che si può dire sia diventato un classico della cucina siciliana.

La ricetta degli spaghetti con acciughe e mollica abbrustolita fa parte infatti dell’antica tradizione culinaria siciliana e chi è stato nell’Isola del Sole a mangiare nelle trattorie o nei ristoranti di cucina tipica locale lo sa bene.

Nei menu dei primi piatti siciliani, gli spaghetti con acciughe e mollica abbrustolita sono sempre proposti tra le pietanze classiche come la caponata di melanzane, il cuscus o gli  anelletti al forno.

Di sicuro possiamo affermare che è una delle ricette di cucina povera che dobbiamo alla tradizione dei pescatori siciliani: proprio nel mare che bagna la meravigliosa terra di Sicilia, infatti, i pescatori trovano in abbondanza il succulento pesce azzurro.

Ecco allora la ricetta degli spaghetti con acciughe e mollica abbrustolita, un vero concentrato di Sicilia!

Se preferite i primi piatti, fatevi invogliare dalle nostre proposte. Potrete navigare da una ricetta come le cassatelle di ricotta al sugo, a una ricetta come gli spaghetti alla carrettiera siciliana passando per la pasta con la ricotta.

Altre ricette gustose

Ingredienti per preparare gli spaghetti con acciughe e mollica abbrustolita

Preparazione degli spaghetti con acciughe e mollica abbrustolita

Per preparare i saporiti spaghetti con acciughe e mollica abbrustolita, occorre innanzitutto far soffriggere in abbondante olio extravergine di oliva uno spicchio d’aglio schiacciato (prestando attenzione, ovviamente, a non farlo bruciare) e sciogliervi due belle acciughe diliscate e lavate.

Lessare a parte gli spaghetti in abbondante acqua salata, scolarli con cura, condirli con questo sughetto e spruzzarli con pangrattato tostato in padella (dovrà diventare di un bel colore dorato) guarnendo infine con del prezzemolo.

Abbinamento

Abbinamento

Suggeriamo, come abbinamento, di accompagnare gli spaghetti con acciughe e mollica abbrustolita a un buon bicchiere di Contea di Sclafani Ansonica.

Si tratta, in particolare, di un vino spumante dal colore giallo paglierino, dal profumo delicato gradevole e dal sapore sapido e inoltre asciutto.

Temperatura di servizio fra i 6 e gli 8 gradi.