Cannoli siciliani

Cannoli siciliani
Home » Cannoli siciliani

I cannoli siciliani sono, assieme alla cassata, forse il dolce siciliano più conosciuto al mondo.

Dosi e tempo di preparazione

  • Dosi per: 8 persone
  • Tempo di preparazione: 1h 30m

Presentazione

Il cannolo siciliano è uno dei dolci più rinomati dell’arte pasticciera isolana. 

Come tale è stato ufficialmente accreditato e aggiunto all’elenco dei prodotti agroalimentari tradizionali italiani (P.A.T) del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali.

Originariamente i cannoli siciliani si preparavano per il carnevale ma, col passare del tempo, questo dolce tipico ha smarrito questo legame con questa festività e ha sperimentato una notevolissima distribuzione in tutta Italia, diventando in breve tempo un testimonial della pasticceria italiana nel mondo.

La ricetta tradizionale dei cannoli siciliani prevede l’uso esclusivo di ricotta di pecora, ma nella parte orientale dell’isola è possibile trovare cannoli siciliani con ripieni meno ortodossi, quali la crema pasticciera e il cioccolato.

Il cannolo, diffuso in tutta la Sicilia, trova la sua massima espressione nella Sicilia occidentale, nell’agrigentino, nel palermitano e nel trapanese in particolare.

Basta fare un giro per le pasticcerie del capoluogo siciliano oppure assaggiare i famosi cannoli di Dattilo (a pochi km. da Trapani) dalla tipica farcitura di ricotta più grezza o quelli di Piana degli Albanesi nel palermitano, per farsi un’idea più approfondita del re dei dolci siciliani.

Leggi tutti i nostri consigli per realizzare e portare in tavola i cannoli siciliani, un vero capolavoro di sapori!

Se preferite i dolci siciliani, lasciatevi ispirare dalle nostre proposte. Potrete navigare da una ricetta come i tetù e teio, a una ricetta come la ciambella ripiena passando per i buccellati.

Altre ricette gustose

Ingredienti per preparare i cannoli siciliani

Preparazione dei cannoli siciliani

Per preparare gli squisiti cannoli siciliani occorre prima di tutto impastare in una spianatoia la farina con il tuorlo d’uovo, lo zucchero, il burro sciolto, un pizzico di sale e del marsala secco, fino a ottenere un impasto morbido e liscio.

Coprire quindi l’impasto con un panno e lasciarlo riposare per due ore in un contenitore.

Successivamente passare al setaccio la ricotta. Lavorarla con un mestolo di legno incorporando lo zucchero a velo fino a darle una consistenza cremosa.

Aggiungere quindi la frutta candita tagliata in piccoli pezzi, il pistacchio tritato grossolanamente, il cioccolato fondente fatto a pezzetti e amalgamare il tutto.

Riprendere la pasta, spianarla sottilmente con un matterello e tagliarla in quadrati di 10-12 cm.

Spennellare questi quadrati con albume d’uovo sbattuto e avvolgerli su pezzi di canna tagliati a misura e accuratamente sterilizzati (oppure su equivalenti stampi metallici).

Mettere quindi in una padella dell’olio unitamente a qualche pezzetto di strutto e friggere le scorce (bucce) dei cannoli.

Appena le scorce si saranno dorate e saranno divenute croccanti metterle a colare. Lasciarle quindi raffreddare, toglierle dalle canne e riempirle con la ricotta.

Cospargere i cannoli siciliani di zucchero vanigliato e di cannella in polvere e infine servire.

Abbinamento

Abbinamento

Suggeriamo, come abbinamento, di accompagnare i cannoli siciliani a un buon bicchiere di Moscato Passito di Pantelleria.

Si tratta, in particolare, di un vino fermo dal colore ambrato; dal profumo delicato e dal gusto gradevole e dolce.

Temperatura di servizio fra gli 8 e i 10 gradi.