Coniglio in agrodolce alla siciliana

Coniglio in agrodolce

Il coniglio in agrodolce alla siciliana è un piatto della tradizione isolana dall’aroma e dal sapore specialmente invitante.

Dosi e tempi di preparazione

  • Dosi per: 4 persone
  • Tempo di preparazione: 3h 20m
  • Tempo di cottura: 1h 45 m
  • Complessivamente: 5h 5m

Presentazione

Il coniglio in agrodolce alla siciliana è un piatto unico dal sapore specialmente ricco, tipicamente invernale.

Per accompagnare il coniglio, il contorno ideale è il purè ma va bene qualsiasi altro contorno che preferite.

La caratteristica del coniglio in agrodolce alla siciliana è la marinatura prolungata nel vino e negli aromi, che conferisce infatti alla carne di coniglio un aroma intenso e caratteristico unitamente all’uso dell’aceto e dello zucchero caramellato.

La preparazione del coniglio in agrodolce alla siciliana è abbastanza lunga, ma il risultato finale sarà un piatto raffinato e saporito.

Il coniglio in agrodolce alla siciliana è un piatto che si gusta meglio quando viene servito freddo.

Se vi interessano i secondi piatti, lasciatevi ispirare dalle nostre proposte. Potrete navigare da una ricetta come il pollo alla diavola, a una ricetta come le polpette di sarde alla catanese passando per il baccalà con le olive.

Altre ricette gustose

Ingredienti

Preparazione

Per preparare il gustosissimo coniglio in agrodolce alla siciliana occorre innanzitutto pulire e tagliare a pezzi il coniglio, metterlo in una capiente insalatiera e farlo marinare per tre ore con il vino rosso, mezza cipolla tritata, il prezzemolo, le carote e il sedano tagliati a pezzetti, il timo, l’alloro, le olive snocciolate, due chiodi di garofano, le cipolline e il pepe nero macinato al momento.

Far rosolare il lardo e unire il coniglio scolato dalla marinata assieme alle verdure (cipolla, sedano, carote, cipolline, prezzemolo e anche l’uva sultanina) e alle olive, bagnandolo con un po’ di marinata stessa stessa, facendo evaporare e così via sino a esaurimento.

Versare adesso sulla carne l’estratto di carne sciolto in acqua tiepida, coprire e far cuocere a fuoco moderato.

Dieci minuti prima della fine della cottura, caramellare lo zucchero con un cucchiaio d’acqua, unire un po’ d’aceto di vino rosso e versare sul coniglio, assieme ai pinoli, all’uva sultanina e alle cipolline della marinata.

Finire di cuocere successivamente a tegame scoperto, quindi far raffreddare e servire in tavola.

Abbinamento

Abbinamento

Suggeriamo, come abbinamento, di accompagnare il coniglio in agrodolce alla siciliana a un buon bicchiere di Contea di Sclafani rosso novello.

Si tratta, in particolare, di un vino fermo dal colore rubino più o meno intenso con riflessi violacei, odore fine e gradevole, gusto armonico e strutturato.

Temperatura di servizio fra i 16 e i 18 gradi. Servire in calici ballon.