Ciaki ciuka di Pantelleria

Ciaki ciuka di Pantelleria
Home » Ciaki ciuka di Pantelleria

Il ciaki ciuka di Pantelleria è un contorno caratteristico della cucina del trapanese a base di ortaggi.

Dosi e tempi di preparazione

  • Dosi per: 8 persone
  • Tempo di preparazione: 20 minuti
  • Tempo di cottura: 40 minuti
  • Complessivamente: un’ora

Presentazione

Una delle lusinghe più invitanti per il vostro pasto: il ciaki ciuka di Pantelleria.

La tradizione gastronomica di Pantelleria possiede numerose ricette: piatti semplici ma insuperabili, cucinati con ingredienti genuini e propriamente mediterranei.

Vi descriviamo un contorno che potremmo davvero definire come un’icona della cucina pantesca, popolare e gradito anche altrove.

Lo strano nome di questo piatto, ciaki ciuka, proviene dall’arabo e significa miscuglio. 

Non ci si deve stupire di questo nome di origine araba: gli arabi sono stati a Pantelleria per molto tempo e hanno lasciato diverse influenze, basti pensare per esempio ai nomi delle contrade Khamma e Bukkuram…

Col termine ciaki ciuka si intende un piatto variopinto e profumato, solo apparentemente modesto. 

Il ciaki ciuka tutto è infatti tutto tranne che modesto: è una pietanza veramente saporita grazie ai suoi numerosi ingredienti, in prevalenza ortaggi, e al modo con cui si prepara. 

Esistono diverse varianti di ciaki ciuka, ognuna delle quali è strettamente connessa al paese del Nord Africa da cui ha origine. 

Nella versione di Pantelleria si usano melanzane, peperoni, patate, zucchine, pomodori, carote e cipolle con cui poi si sposano intonazioni mediterranee date dai capperi, dal basilico, dall’origano e dal peperoncino.

Perfetto per pranzi e cene in compagnia, il ciaki ciuka di Pantelleria è un ottimo comfort food, un piatto facile e veloce che mette sempre d’accordo tutti.

Scopriamo insieme come fare il ciaki ciuka di Pantelleria in casa!

Se amate i contorni siciliani, fatevi stimolare dalle nostre idee. Potrete spaziare da una ricetta come i broccoli affogati, a una ricetta come i fagioli con la menta passando per i broccoli neri al tegame.

Altre ricette gustose

Ingredienti per preparare il ciaki ciuka di Pantelleria

Preparazione del ciaki ciuka di Pantelleria

Per preparare il ciaki ciuka di Pantelleria occorre innanzitutto pulire gli ortaggi e tagliarli in pezzi di media grandezza. 

Mettere quindi a bagno i capperi in acqua tiepida per dissalarli. 

Collocare la cipolla tagliata a fette sottilissime in una casseruola grande e soffriggerla in abbondante olio extravergine di oliva. 

Aggregare tutti gli ortaggi, regolare di sale e pepe rigorosamente macinato al momento e abbassare al minimo la fiamma.

Coprire la casseruola col coperchio e lasciare cuocere per una ventina di minuti.

A cottura ultimata unire i capperi, il basilico sminuzzato a mano e un pizzico di origano. 

Mescolare il tutto e versarlo in una placca da forno, spolverando la superficie con le mandorle abbrustolite e tritate insieme al pangrattato. 

Infornare a 200° C per una ventina minuti in forno preriscaldato quindi estrarre la teglia dal forno e servire il ciaki ciuka di Pantelleria per la consumazione.

Abbinamento

Abbinamento

Suggeriamo, come abbinamento, di accompagnare il ciaki ciuka di Pantelleria a un buon bicchiere di Contea di Sclafani rosso novello.

Si tratta, in particolare, di un un vino fermo dal colore rubino più o meno intenso con riflessi violacei, odore fine e gradevole, sapore armonico e strutturato.

Come tutti i vini rossi di media struttura e tannicità, anche in questo caso la temperatura di servizio (che deve avvenire dopo la decantazione) è compresa generalmente fra i 16 e i 18 gradi.
Servire in calici ballon.

Una variante

Il ciaki ciuka di Pantelleria si può preparare senza finire la cottura in forno ma semplicemente prolungando la cottura in casseruola per altri 10 minuti.

Inoltre, questo ricco contorno può essere gustato a piacimento sia caldo sia freddo

Note sulla conservazione del ciaki ciuka di Pantelleria

Il ciaki ciuka di Pantelleria si può conservare in frigo o in un barattolo di vetro o in un contenitore di plastica a chiusura ermetica per 4-5 giorni.