Carciofi in pastella

Carciofi in pastella
Home » Carciofi in pastella

I carciofi in pastella sono un antipasto gustoso e tipico della tradizione gastronomica siciliana.

Dosi e tempi di preparazione

  • Dosi per: 4 persone
  • Tempo di preparazione: 2h 15m
  • Tempo di cottura: 15 minuti
  • Complessivamente: 2h 30m

Presentazione

Scopriamo la ricetta di un antipasto della tradizione siciliana: i carciofi in pastella, un piatto gustoso, facile e veloce.

carciofi in pastella fanno parte dei grandi fritti siciliani e costituiscono come tali uno degli antipasti più tipici dei pranzi e delle cene del periodo natalizio, oltre che essere proposti spesso in accompagnamento a pasti a base di carne o a pasti tipici della tradizione gastronomica siciliana.

Il carciofo è una coltivazione piuttosto diffusa in Sicilia, note, per esempio, sono le produzioni di qualità di Niscemi nel nisseno e di Cerda, nel palermitano.

Questo ortaggio straordinario è dotato di elementi utili per il nostro corpo, come potassio, calcio, fosforo, ferro, vitamina A, diverse vitamine appartenenti al gruppo B, e poi vitamina C, E, K, J e beta carotene.

Il segreto di questa preparazione risiede, oltre che nella freschezza dei carciofi, nella preparazione della pastella fatta semplicemente con acqua, farina, sale e lievito di birra.

Questa deve lievitare per un paio d’ore in modo tale da essere morbida e spugnosa una volta realizzata la frittura.

Non esitate e sperimentate anche voi i carciofi in pastella seguendo la ricetta che vi proponiamo in questa pagina.

Se preferite gli antipasti siciliani, lasciatevi invogliare dalle nostre idee. Potrete spaziare da una ricetta come la neonata marinata, a una ricetta come il carpaccio di pesce spada marinato passando per le latte fritto siciliano.

Altre ricette gustose

Ingredienti per preparare i carciofi in pastella

Preparazione dei carciofi in pastella

Per preparare degli sfiziosi carciofi in pastella occorre innanzitutto tagliare a metà i carciofi privandoli delle punte aguzze.

Togliere poi le foglie esterne, quindi tagliare i carciofi a fettine, privandoli anche della “barba” interna.

Mettere le fettine di carciofi così ottenute in una capiente insalatiera insieme al succo di 2 limoni e ai pezzi di un limone tagliato in quarti.

A parte preparare la pastella con acqua, farina, sale e lievito di birra e farla lievitare per un paio d’ore.

Occorre evitare che la pastella diventi troppo fluida, quindi bisogna calibrare bene gli ingredienti tenendo presente che le dosi indicate sono soltanto indicative.

Sbollentare quindi le fettine di carciofo in acqua salata, scolarle e immergerle nella pastella lievitata.

Aggiungere a poco a poco le uova, l’aglio e il prezzemolo tritati, il sale e una generosa spolverata di pepe nero macinato al momento e amalgamare per bene il tutto.

Friggere successivamente in abbondante olio extravergine di oliva i carciofi in pastella, a fiamma alta.

A frittura ultimata asciugare l’olio che eventualmente dovesse risultare in eccesso e servire infine i carciofi in pastella caldissimi in tavola per la consumazione.

Carciofi in pastella: abbinamento

Abbinamento

Suggeriamo, come abbinamento, di accompagnare i carciofi in pastella a un buon bicchiere di Contessa Entellina Rosato.

Si tratta, in particolare, di un vino vivace dal colore rosato con riflessi arancioni, dal profumo tipico intenso fine e dal gusto fragrante, vellutato e asciutto.

Temperatura di servizio fra gli 8 e i 10 gradi.