Fave fresche con pecorino e salame

Fave fresche con pecorino e salame

Le fave fresche con pecorino e salame sono una pietanza, se in questo modo si può denominare, che non richiede alcuna applicazione particolare. Infatti, l’unico “sforzo” consiste nello scovare delle fave freschissime, del salame fatto in casa, del pecorino siciliano fresco, dell’ottimo vino rosso siciliano e una buona combriccola per trascorrere insieme un’occasione di grande allegria.

Dosi e tempi di preparazione

  • Dosi per: 4 persone
  • Tempo di preparazione: 10 minuti

Presentazione

Accoppiata fortemente tradizionale, le fave fresche con pecorino e salame sono una preparazione tipica oltre che di Roma e provincia anche dell’Isola del sole.

In primavera, le fave in Sicilia si trovano con moltissima facilità e fanno da base a numerose preparazioni di grande fascino e storia, basti pensare specialmente al macco o alla frittedda madonita.

Questo semplicissimo antipasto risulta oltremodo gustoso oltre a essere veramente facile e agevole nell’elaborazione.

Se preferite gli antipasti siciliani, fatevi invogliare dalle nostre idee. Potrete navigare da una ricetta come i pomodori alla griglia con pangrattato, a una ricetta come i fagioli con la menta passando per le olive nere infornate.

Altre ricette gustose

Ingredienti per preparare le fave fresche con pecorino e salame

Preparazione delle fave fresche con pecorino e salame

Un buon piatto di fave fresche con pecorino e salame si prepara scegliendo le fave più fresche e tenere.

Asportarle dal baccello, dunque, lavarle e trasferirle in un bel piatto da portata privandole, se troppo grosse, della buccia esterna.

A parte si servirà il formaggio pecorino tagliato a piccoli tocchetti e il salame affettato non troppo finemente (utilizzando un coltello da cucina e non l’affettatrice!).

Gli ingredienti dovranno essere accompagnati da fette di buon pane casereccio o, meglio, con fette di pane nero di Castelvetrano.

Dei prodotti ideali da poter essere adoperati in questo saporitissimo antipasto rustico sono il capicollo e il salame di Sant’Angelo di Brolo.

Questi sono prodotti con le carni del maiale nero dei Nebrodi.

Ancora, un altro accompagnamento è costituito dalla salsiccia secca (fatta asciugare per un periodo di tempo pari a cinque – sei giorni), la c.d. “sasizza pasqualora” che si può trovare con relativa facilità nelle migliori macellerie dell’isola.

Abbinamento

Abbinamento

Alle fave fresche con pecorino e salame si può abbinare un buon bicchiere di vino rosso siciliano, un Etna DOC, per esempio, da servire a una temperatura di 16° – 18° dopo un opportuno periodo di decantazione.

Una variante

Questi ingredienti stuzzicanti possono essere combinati e presentati in modo elegante realizzando uno spiedino nella seguente maniera: infilzare in uno stuzzicadenti una fava, un pezzettino di pecorino e mezza fettina di sasizza pasqualora.

Il risultato sarà sorprendentemente accattivante!