Impanata di pesce spada

Impanata di pesce spada

L’impanata di pesce spada è una squisita preparazione a base di buon pesce spada dello Stretto di Messina.

Dosi e tempi di preparazione

  • Dosi per 4 persone
  • Tempo di preparazione: 1h 15 m
  • Tempo di cottura: 30 minuti
  • Complessivamente: 1h 45m

Presentazione

L’impanata di pesce spada è un secondo piatto molto gustoso, un modo particolare per proporre un grande classico della cucina della Sicilia orientale.

Si tratta di un secondo piatto davvero rinomato della storia alimentare dell’isola del sole, una ricetta propriamente siciliana gradita anche dai palati più esigenti.

Se vi piacciono i secondi piatti, non potete non provare l’impanata di pesce spada.

L’impanata di pesce spada è un modo sfizioso per servire gli ingredienti principali che stanno alla base di questa preparazione, cioè pesce spada e ortaggi vari quali zucchine e cipolle unitamente alla buona salsa di pomodoro siciliana.

Il pesce spada è una specie ittica fra le più conosciute e diffuse, quantunque risulti anche fra le più apprezzate e costose, grazie alle carni particolarmente magre e succulente.

Sua maestà il pesce spada

Da tempo immemore lo Stretto di Messina è la via prediletta dal pesce spada per approdare nelle acque più tiepide del Mar Ionio.

Di conseguenza, la sua pesca è molto attuata nelle acque dello Stretto e svariate sono le ricette della cucina messinese e, più in generale, della cucina siciliana che lo vedono come protagonista.

Il pesce spada è un alimento molto proteico, contraddistinto da un grande valore biologico dei peptidi che ne compongono le carni.

Trattandosi di una specie ittica piuttosto magra, non fornisce grosse quantità di energia e i pochi acidi grassi in essa racchiusi sono principalmente di tipo polinsaturo essenziale del gruppo omega 3; la quantità di colesterolo è parecchio limitata.

Il pesce spada si vende generalmente fresco, e si commercializza a tranci. “’U pisci spada è comu u porcu” dicono i pescatori, non si getta via niente.

E in effetti, in Sicilia, del pesce spada spesso si consuma ogni parte.

La sapidità del pesce spada si abbina meravigliosamente con i sapori degli ortaggi e con le erbe aromatiche usate nella ricetta, come i capperi delle Eolie.

Sono questi ingredienti che rendono l’impanata di pesce spada quella pietanza fantastica che oggi ci cimentiamo a preparare.

Eccone la ricetta completa e definitiva, per portare a tavola gusto, salute e, ovviamente, tanta tradizione.

Se adorate i secondi piatti, lasciatevi ispirare dalle nostre proposte. Potrete navigare da una ricetta come l’arrosto panato alla palermitana, a una ricetta come il mussu e carcagnola passando per la salsiccia al sugo alla siciliana.

Altre ricette gustose

Ingredienti

Preparazione

Per preparare la saporita impanata di pesce spada, predisporre innanzitutto una pasta frolla con la farina doppio zero, il burro, lo zucchero, le uova e il bicchiere di latte lavorando l’impasto il meno possibile.

Quando sarà pronta, avvolgerla in una pellicola trasparente e metterla in frigorifero.

Tagliare adesso a fettine le zucchine e friggerle in olio caldo; in un tegame affettare la cipolla e farla imbiondire; unire la salsa di pomodoro, il sedano e le olive a pezzetti, i capperi, i tocchetti di pesce; salare, pepare e cuocere a fuoco basso per circa mezz’ora (il sugo dovrà risultare piuttosto denso).

Spianare poi sul tavolo metà della pasta frolla e rivestire il fondo e le pareti di uno stampo imburrato.

Versare quindi la metà dei composto di pesce e distribuire sopra le zucchine fritte. Coprire con il pesce e ancora con le zucchine.

Con l’altra metà della pasta frolla formare un disco con cui andrà coperto il tutto.

Saldare bene i bordi, spennellare con il tuorlo e mettere nel forno caldo circa mezz’ora.

Servire infine l’impanata di pesce spada ben calda in tavola per la consumazione.

Abbinamento

Abbinamento

Suggeriamo di abbinare l’impanata di pesce spada a un buon bicchiere di Contea di Sclafani Ansonica, un vino spumante dal colore giallo paglierino; dal profumo delicato gradevole e dal gusto sapido e asciutto. Temperatura di servizio fra i 6 e gli 8 gradi.